Martedì 15 Maggio 2018 - 09:00

Vodafone, Colao lascerà ruolo di ceo dal prossimo ottobre

Nick Read prenderà il posto del manager italiano. Il titolo cala in Borsa

Mobile World Congress 2018 di Barcellona

Dopo dieci anni alla guida della multinazionale britannica delle telecomunicazioni, Vittorio Colao si appresta a lasciare il suo posto di ceo in Vodafone, società che il manager italiano ha guidato fino a raggiungere i 536 milioni di clienti di telefonia mobile in più di 25 Paesi. A succedergli dal prossimo 1° ottobre, secondo quanto reso noto dall'azienda in un comunicato diffuso nella stessa giornata in cui sono stati presentati i risultati per l'esercizio 2017/2018 conclusosi il 31 marzo, sarà l'attuale chief financial officer Nick Read, che cederà invece di direttore finanziario alla sua vice Margherita Della Valle.

"Nick è stato il co-architetto della strategia di gruppo insieme a Vittorio, combinando una ampia leadership operativa e commerciale internazionale con un acume finanziario di prima classe. Sono fiducioso che Vodafone otterrà grandi benefici dalla sua esperienza, la sua capacità di intuizione e la sua saggezza", ha spiegato il presidente del gruppo Gerard Kleisterlee, esprimendo a nome del cda "gratitudine a Vittorio per un mandato eccezionale", che ha portato l'azienda a essere "pronta per il futuro Gigabit".

L'annuncio dell'uscita di scena di Colao, divenuto ceo nel luglio 2008, non è stato ben accolto dagli investitori. Il titolo della società è stato infatti protagonista di una sessione in rosso, andando a chiudere sulla Borsa di Londra con una perdita del 4,26% a 198,38 pence. Questo nonostante i conti diffusi oggi abbiano certificato per Vodafone il ritorno all'utile, con un risultato netto di 2,788 miliardi di euro, dopo la perdita da 6,079 miliardi dello scorso anno.

Positive anche le cifre svelate oggi per quanto riguarda il business italiano, che presenta ricavi, Ebitda, e clienti 4G e fibra in crescita. "È stato un anno di risultati significativi a livello operativo e strategico, oltre che di forte performance finanziaria", ha commentato lo stesso Colao in quella che è destinata a essere una delle sue ultime dichiarazioni da capo azienda. "Il nostro focus primario continua a essere l'accelerazione del programma 'Digital Vodafone', che crediamo sia un'opportunità unica di migliorare l'esperienza dei nostri clienti, generare valore incrementale e migliorare l'efficienza sui costi", ha sottolineato il manager, assicurando che "ci aspettiamo di sostenere la crescita dell'utile nell'anno a venire, nonostante l'arrivo di un nuovo operatore in Italia e la pressione competitiva in Spagna". Un riferimento, quello relativo alla situazione italiana, all'imminente arrivo dei francesi di Iliad, che oggi hanno confermato di pianificare lo sbarco della propria offerta sul mercato tricolore entro il prossimo 21 giugno. 

Loading the player...

Positive anche le cifre svelate oggi per quanto riguarda il business italiano, che presenta ricavi, Ebitda, e clienti 4G e fibra in crescita. "È stato un anno di risultati significativi a livello operativo e strategico, oltre che di forte performance finanziaria", ha commentato lo stesso Colao in quella che è destinata a essere una delle sue ultime dichiarazioni da capo azienda. "Il nostro focus primario continua a essere l'accelerazione del programma 'Digital Vodafone', che crediamo sia un'opportunità unica di migliorare l'esperienza dei nostri clienti, generare valore incrementale e migliorare l'efficienza sui costi", ha sottolineato il manager, assicurando che "ci aspettiamo di sostenere la crescita dell'utile nell'anno a venire, nonostante l'arrivo di un nuovo operatore in Italia e la pressione competitiva in Spagna". Un riferimento, quello relativo alla situazione italiana, all'imminente arrivo dei francesi di Iliad, che oggi hanno confermato di pianificare lo sbarco della propria offerta sul mercato tricolore entro il prossimo 21 giugno. 

Scritto da 
  • Marco Valsecchi
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

LaPresse.it cambia, il nuovo sito online dal martedì 11 settembre

Informazione efficace, rapida, gratuita e approfondita: queste le linee guida che hanno orientato il restyling del nuovo sito LaPresse.it, che debutta martedì 11 settembre

ITALY-AIR-TRANSPORT-ALITALIA

Alitalia, l'esperto: "Ora nessuna chance di vendita"

Il professor Ugo Arrigo non crede alla pista cinese

Salone dell'automobile di Ginevra 2018 - presentazione New Cherokee e Wrangler

Fca, Elkann: "La scelta di Manley condivisa già con Marchionne"

L'assemblea dei soci lo ha confermato come amministratore delegato del gruppo con 99,58% voti a favore

Stabilimento siderurgico dell'Ilva a Taranto

Ilva, intesa su 10.700 assunzioni: no esuberi e Jobs Act

Raggiunto l'accordo dopo 18 ore di tavolo al Mise: ecco tutti i provvedimenti