Domenica 12 Agosto 2018 - 22:30

Villar Perosa, primi 45' e primo gol per Ronaldo

Festa bianconera con migliaia di tifosi. Al 'marziano' bastano 8 minuti per infiammare il pubblico

L'era Ronaldo è iniziata. La prima, attesissima apparizione in campo del fenomeno in maglia bianconera è arrivata: e non ha tradito le attese. L'occasione è stata l'amichevole nel 'tempio sacro' di Villar Perosa, tradizionale appuntamento del'estate juventina, quest'anno particolarmente sentita dai tifosi ansiosi di vedere all'opera il Pallone d'Oro e blindato da un imponente apparato di sicurezza. E proprio di CR7 è stata la firma della prima rete del 5-0 con cui la squadra di Allegri, schierata con il 4-2-3-1 che dovrebbe essere il modulo guida della stagione, si è imposta sulla Primavera di Baldini davanti a circa 4800 spettatori, gli unici fortunati riusciti ad aggiudicarsi il biglietto. L'ex Real Madrid è partito dal 1' ed è rimasto in campo per l'intero primo tempo, mostrandosi subito nel vivo del gioco. Otto minuti sono bastati al 'marziano' per infiammare il pubblico: scatto sul filo del fuorigioco sul lancio di Bernardeschi e conclusione vincente. Ronaldo ha anche propiziato l'autorete di Capellini, che ha insaccato nella sua porta nel tentativo di anticiparlo.

Applausi non solo al fuoriclasse lusitano ma anche a Dybala, protagonista con una doppietta. CR7 e l'argentino hanno mostrato segnali benauguranti di intesa, per la gioia di Allegri. Nel tabellino c'è anche il nome di Marchisio, a segno nel secondo tempo mentre il palo ha impedito per due volte l'esultanza a Douglas Costa, apparso subito in grande condizione. Tra gli 'osservati speciali' c'era anche il 'figliol prodigo' Leonardo Bonucci, nuovamente in bianconero dopo la stagione al Milan. Per il difensore, tornato a fare coppia con l'amico Chiellini, crescenti applausi di incoraggiamento. L'incontro, come prevedibile, non è arrivato al 90': dopo 26 minuti della ripresa, la festosa invasione di campo dei tifosi a caccia di selfie e magliette ha messo fine alla contesa.

Un entusiasmo così commentato da Ronaldo sui social: "Una giornata emozionante, in un'atmosfera speciale che racconta la storia vincente della Juve. Grazie a tutti i tifosi per il grande affetto! #FinoAllaFine". E parole di elogio per il portoghese le ha spese il presidente di Exor John Elkann: "Per la squadra più forte del mondo avere il giocatore più forte al mondo è un buon connubio. Vederlo con la maglia della Juve fa piacere, oggi è la prima volta che ci sono tutti. Vedere come si è integrato, la naturalezza di come sta nel gruppo e con i compagni, lo abbiamo visto prima con Andrea (Agnelli, ndr). È fantastico. Il primo gol fatto dalla squadra è di Ronaldo, promette bene".

L'arrivo di Ronaldo non ha fatto perdere ad Allegri il consueto atteggiamento low profile: "Quest'anno l'ambizione di vincere la Champions è più alta, così come nelle altre competizioni. Ronaldo ha portato esperienza e qualità internazionale, ma anche voglia di migliorarsi, stimolo soprattutto per i più giovani e per tutto l'ambiente. Ma non si devono perdere le caratteristiche della Juve: vincere con voglia e sacrificio, perchè nemmeno al Real Madrid le hanno regalate le coppe. Non deve cambiare niente, ci vuole equilibrio e calma. Ci siamo ritrovati solo 4 giorni fa, bisogna lavorare". E tra sei giorni si fa sul serio: la difesa del tricolore parte dal Bentegodi, sede dell'anticipo con il Chievo Verona.

Loading the player...
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

La palestra dopo la vittoria: Ronaldo torna subito ad allenarsi

Domenica di fatica per Cr7 dopo il match contro il Chievo

Il debutto di Cristiano Ronaldo in Serie A

Ronaldo: "Felice per la prima vittoria con la Juve"

Il campione portoghese esulta sui social dopo il match contro il Chievo

Chievo Verona vs Juventus 2-3

Serie A, Ronaldo scopre l'Italia: non segna ma a tratti incanta

Il portoghese nello stesso stadio dove debuttò anche Diego Maradona con il Napoli nel 1984