Mercoledì 14 Febbraio 2018 - 17:30
Loading the player...
Autore: Mazzia

Dj Fabo, Cappato: "Aiutare Fabiano era mio dovere"

"Aiutare Fabo a morire era un mio dovere, la Corte costituzionale stabilirà se questo era anche un suo diritto, oltre che un mio diritto". Lo ha detto Marco Cappato, fuori dall'aula della prima Corte d'assise di Milano, commentando l'ordinanza con la quale i giudici hanno deciso di inviare gli atti alla Consulta per il caso di Dj Fabo. "Sono grato ai giudici per aver riconosciuto che non c'è stata alcuna alterazione della volontà e della scelta di Fabiano Antoniani e per quanto riguarda la libertà e la possibilità di decidere per se stessi e per la propria vita è materia per il giudice costituzionale. Rispettiamo questa scelta e crediamo che onori il valore del diritto e delle istituzioni". Cappato ha ringraziato i giudici, i suoi legali e anche la fidanzata di Fabo, Valeria Imbrogno, e la mamma, Carmen Carollo, "per aver avuto fiducia in Fabo e anche in me"

Tags