Lunedì 09 Luglio 2018 - 22:30

Vanzina, da Boldi a Tognazzi: gli amici alla camera ardente

In attesa dei funerali l'addio dei colleghi del mondo dello spettacolo e del fratello Enrico

È morto il regista Carlo Vanzina: la visita degli amici alla clinica Mater Dei

Non una camera ardente vera e propria, come da volontà della famiglia, ma un lungo e silenzioso saluto di parenti ed amici. È quanto è andato in scenda alla clinica Mater Dei a Roma nel quartiere Parioli per rendere omaggio al regista Carlo Vanzina, scomparso domenica all'età di 67 anni dopo una lunga malattia.

 

 

Loading the player...

"Era il più bravo di tutti, come Sugar Ray Robinson o Pelé", il paragone scelto per ricordarlo dal fratello Enrico tramite le pagine del Messaggero. "Pochi giorni prima che la sua malattia peggiorasse, anche se affaticato dalle cure, veniva ancora in ufficio a lavorare. Una mattina, mentre stavamo inventando la scena di un nuovo film, si è messo a fissare il vuoto - racconta in maniera struggente - poi si è alzato, è venuto vicino a me, mi ha accarezzato lievemente la testa e mi ha detto: 'Stai tranquillo, io ho avuto una vita meravigliosa'. Per me è stata una fucilata al cuore. Era il suo addio prematuro. Dolce, come lo era lui". Enrico lo immagina "accanto a papà Steno e a tutti i suoi amici che erano anche cari amici di Carlo", da Monicelli a Trovaioli, da Scola a Villaggio, da Ugo Tognazzi a Gigi Magni fino a Alberto Sordi".

In attesa dei funerali, martedì alle 11 nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, alcuni degli attori che con Vanzina hanno scritto pagine memorabili della commedia all'italiana hanno voluto andarlo a salutare di persona con grande commozione. Siamo cresciuti insieme, i suoi set erano bellissimi, all'insegna della leggerezza", racconta Ricky Tognazzi. "Siamo abituati a perdere i nostri padri ma quando cominci a perdere i fratelli rimani male", aggiunge. Non trattiene le lacrime, "Abbiamo fatto una insieme - dice - abbiamo costruito un genere popolare che il pubblico amerà per sempre. Provo un dispiacere immenso".

Loading the player...
Scritto da 
  • Andrea Capello
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Film festival di Roma - Red carpet del film "A Few Best Men"

Olivia Newton-John rivela di avere di nuovo il cancro: "Lo sconfiggerò"

Terza battaglia contro i tumori per l'attrice: "Mio marito è sempre lì al mio fianco per sostenermi, ce la farò"

Venezia 75, Italia a bocca asciutta: Leone d'oro a 'Roma', l'amarcord di Cuarón

Willem Defoe e Olivia Colman miglior attore e attrice, il premio per la miglior sceneggiatura va ai fratelli Coen

ITALY-CINEMA-VENICE-FILM-FESTIVAL-MOSTRA

Venezia 75, Andò firma una storia d'arte e mafia con Micaela Ramazzotti

Il regista sceglie la formula del metafilm per parlare del cinema e della sua capacità di indagare il reale

A New York, curvo sul suo bastone, un Burt Reynolds quasi irriconoscibile

Morto Burt Reynolds: l'attore nominato agli Oscar aveva 82 anni

Aveva interpretato il regista porno Jack Horner in 'Boogie Nights - L'altra Hollywood' (1997) di Paul Thomas Anderson