Venerdì 18 Maggio 2018 - 15:45

Usa, studente spara in una scuola in Texas: dieci morti

Il diciassettenne è stata arrestato. È entrato armato in una classe e ha aperto il fuoco

Uno studente ha ucciso almeno 10 persone, 9 compagni di scuola e un professore, in un liceo di Santa Fe, a sudest di Houston in Texas .Il il giovane è stato arrestato e un complice fermato, la polizia ha trovato alcune bombe sia all'interno sia all'esterno della scuola. "La scuola è stata evacuata - ha reso noto il distretto scolastico di Santa Fe su Twitter - e la polizia sta lavorando nell'area per disinnescarle".

Il ragazzo è entrato in una classe, alla vigilia della cerimonia dei diplomi, e ha aperto il fuoco, probabilmente utilizzando le armi di suo padre.

Il presidente americano, Donald Trump, ha inizialmente twittato: "Sparatoria in una scuola del Texas. Le prime notizie non sembrano buone. Dio benedica tutti!". Poi è intervenuto sulla sparatoria durante un discorso sulla riforma penitenziaria alla Casa Bianca, in cui ha parlato di "attacco orribile". Esprimendo "tristezza e dolore", ha proseguito: "Questo va avanti da troppo tempo. La mia amministrazione è determinata a fare tutto quel che è in suo potere per proteggere i nostri studenti, rendere sicure le nostre scuole, mantenere le armi fuori dalle mani di chi costituisce minaccia per sé, e per gli altri".

IL KILLER. Si chiama Dimitrios Pagourtzis il diciassettenne autore della strage: è un giocatore di football della squadra del liceo. Sui social viene condivisa la foto di una maglietta, nera con la scritta born to kill (nato per uccidere), che aveva comprato nei giorni scorsi. Diversi utenti hanno postato degli Screenshot dei profili del 17enne che contenevano messaggi pesanti.

ALTRI EPISODI SIMILI. L'ultima strage in una scuola degli Stati Uniti era stata quella del 14 febbraio scorso quando un giovane di 19 anni, Nikolas Cruz, aveva aperto il fuoco in un liceo di Parkland, in Florida, uccidendo 17 persone prima di essere arrestato. Gli studenti sopravvissuti avevano dato vita a un movimento per chiedere più controllo sull'accesso alle armi da fuoco, organizzando enormi manifestazioni di massa in tutto il Paese e facendo pressioni sui politici statali e federali. Avevano anche incontrato il presidente, che inizialmente sembrava aver aperto ad alcune richieste, poi si era concentrato sulla "necessità" di armare i professori delle scuole, e a inizio maggio è intervenuto alla convention della lobby delle armi National Rifle Association (Nra), dove ha sostenuto che "sino a quando sarà presidente, il diritto a possedere armi sarà garantito". 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Enzo Moavero Milanesi in visita al Cairo

Libia, assaltata sede Noc a Tripoli. Moavero a Bengasi vede Haftar

Due morti nell'attentato. Il ministro degli esteri italiano in visita dal generale

Elezioni generali in Svezia

Svezia, arginata l'estrema destra sovranista. Ma dalle urne esce un pareggio

Centrosinistra e centrodestra sono praticamente alla pari. Il premier Lofven apre. Risposta tranchant dei Moderati. Esultano gli xenofobi

FILES-US-ENTERTAINMENT-MEDIA-TELEVISION-HARASSMENT

Molestie, accuse contro il numero uno della CBS: si dimette Moonves

La rete televisiva donerà 20 milioni di dollari per il movimento #MeToo

Elezioni generali in Svezia

Elezioni Svezia, in equilibrio centrosinistra e centrodestra. Estrema destra al 17,6%

I dati al 99,5% dello scrutinio. I socialdemocratici al 28,4%. Tengono i Moderati. Tensione ai seggi