Mercoledì 13 Giugno 2018 - 09:45

Tornano piogge e temporali sparsi: il meteo del 13 e 14 giugno

Le previsioni dell'aeronautica militare

Le previsioni dell'aeronautica militare per mercoledì 13 giugno sull'Italia.

Nord: nuvolosità irregolare sull'Emilia-Romagna, in peggioramento con    piogge e temporali sparsi già nel corso della mattinata con fenomeni che diverranno frequenti e anche diffusi tra pomeriggio e sera perdurando anche per fine giornata; diffusa instabilità con piogge e temporali sparsi sul resto del nord, in miglioramento durante il pomeriggio su Valle d'Aosta, centro-est Piemonte e ovest Lombardia e in serata anche sulle restanti aree, con locali fenomeni fino a fine giornata su Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia e Veneto meridionale.

Centro e Sardegna: poco o parzialmente nuvoloso su Marche e Abruzzo ma con nubi in aumento già in mattinata e cui nel pomeriggio e in prima serata saranno associati isolati temporali specie su aree interne e    appenniniche; nuvolosità irregolare sul resto del centro con piogge e temporali sparsi già tra notte e mattino su Toscana e Sardegna occidentale e in misura piu' occasionale su Umbria e Lazio, ma in generale peggioramento tra mattina e pomeriggio con piogge e temporali sempre più frequenti su tutte e quattro le regioni: migliora in serata sulle regioni peninsulari seppur con locali e residui fenomeni ancora possibili mentre le precipitazioni continueranno a interessare la Sardegna occidentale fino a termine giornata.

Sud e Sicilia: poche nubi sulla Sicilia, in moderato aumento specie sul settore nord dove nel pomeriggio non si esclude qualche breve rovescio; molte nubi con qualche pioggia sulla Campania tra notte e primo mattino e isolati temporali già dalla mattina e nel pomeriggio, con fenomeni che potranno perdurare anche per fine giornata; poche nubi inizialmente sul resto del sud, salvo addensamenti e qualche piovasco sulle coste tirreniche di Calabria e Basilicata tra notte e primo mattino ma con nubi in generale seppur parziale aumento, con qualche pioggia locale possibile in mattinata sul Molise e nel pomeriggio anche su Puglia e coste tirreniche calabresi.

Temperature minime in generale diminuzione ad eccezione dei settori meridionali di Puglia e Sicilia dove saranno stazionarie; massime in deciso calo su tutta l'Italia. Venti: moderati occidentali su isole maggiori, centro-meridionali tirreniche, Umbria e Liguria di levante, con ulteriori rinforzi da nord-ovest sulla Sardegna e tendenti a divenire deboli settentrionali sulla Liguria di levante; deboli in prevalenza occidentali sul resto del nord, con locali rinforzi sulle coste adriatiche e in generale rotazione dai quadranti settentrionali; da deboli a moderati, occidentali o meridionali, sulle restanti regioni adriatiche e joniche. Mari: mosso il mare di Sardegna con moto ondoso in aumento fino a localmente molto agitato; molto mossi mar Ligure, basso Adriatico e Ionio settentrionale con moto ondoso in diminuzione su quest'ultimi due; mossi i restanti mari, con moto ondoso in aumento su Tirreno, stretto di Sicilia e canale di Sardegna e in diminuzione su medio-alto Adriatico.

Le previsioni dell'aeronautica militare per giovedì 14 giugno sull'Italia.

Nord: piogge o temporali al mattino sull'Emilia Romagna e Appennino settentrionale ma in miglioramento dal primo pomeriggio. Nuvolosità variabile alternata a schiarite sul resto del settentrione ma con possibilità ancora di qualche breve rovescio sulle aree alpine centro orientali e sul Piemonte occidentale durante le ore più calde della giornata.

Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso o coperto sia sull'isola che sulle regioni peninsulari con piogge e temporali diffusi in miglioramento su Sardegna, Toscana, Umbria e Lazio a partire dal tardo pomeriggio-sera. Le precipitazioni sempre a carattere temporalesco, persistenti su Marche e Abruzzo, potranno assumere anche caratteristica di forte intensità.

Sud e Sicilia: nuvolosità in rapido aumento con piogge o temporali da sparsi a diffusi su Campania, Molise, Puglia garganica, zone interne della Basilicata, Calabria tirrenica e Sicilia settentrionale, specie settore occidentale. Nel corso del pomeriggio le precipitazioni interesseranno anche il resto della Puglia. Parziale miglioramento sulla Campania e sulla Puglia salentina nel corso della serata.

Temperature: minime in rialzo su gran parte del nord ad eccezione dell'Emilia-Romagna orientale dove risulteranno in diminuzione; in calo sulle regioni centrali adriatiche, coste tirreniche centrali e meridionali, Sicilia e Calabria; stazionarie altrove; massime in aumento anche marcato su Liguria, Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia, Veneto, Alpi orientali, Toscana settentrionale, Umbria, alto Lazio e Sardegna centro settentrionale; in diminuzione sul resto del territorio. Venti: moderati o forti di maestrale sulle due isole maggiori tendenti a risultare più occidentali sulla Sicilia; deboli variabili al nord con temporanei rinforzi settentrionali sulle coste adriatiche; deboli settentrionali sul resto delle regioni adriatiche, su Umbria, Toscana e Lazio; deboli occidentali o sudoccidentali sulle regioni tirreniche meridionali e su quelle ioniche tendenti a divenire settentrionali. Mari: agitati mare e canale di Sardegna e stretto di Sicilia con moto ondoso in attenuazione sui bacini intorno alla Sardegna dalla sera; molto mosso il basso Tirreno; poco mosso il medio e basso Adriatico. Mossi i restanti mari ma con moto ondoso in calo su mar Ligure e alto Adriatico.

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

ITALY-EUROPE-POLITICS-MIGRANTS

Guardia costiera e soccorso nel Mediterraneo Centrale: ecco come funziona

Quando e come devono rispondere a una richiesta di soccorso, di chi è la competenza, cosa sono la Sar e il place of safety

Chef Rubio: "'Cus cus clandestino' contro le bugie di Salvini per Soumaila"

A Milano il 3 luglio la serata di cibo e solidarietà organizzata dall'Usb. Lo chef senza peli sulla lingua: "Continuerò a dire ciò che penso a costo di rischiare la professione"

Operazione di salvataggio di 433 migranti al largo della costa libica

"Rivolgetevi a Tripoli". La prassi della guardia costiera italiana per le navi in acque libiche

Ecco cosa succede quando un'imbarcazione chiede soccorso all'Italia ma si trova nella zona di competenza di un altro Paese

Lifeline ancora in attesa: "Aiutateci". Malta: "Si allontani per evitare escalation"

La nave in mare senza indicazioni su dove attraccare: "Abbiamo bisogno di farmaci e coperte". Roma dice no, La Valletta attacca l'ong: "Hanno violato le regole"