Domenica 10 Giugno 2018 - 18:30

Nadal vince per 11esima volta al Roland Garros: "Più di un sogno"

Lo spagnolo ha battuto in finale l'austriaco Dominic Thiem in tre set con il punteggio di 6-4, 6-3, 6-2

Rafael Nadal vs Dominic Thiem - Finale Roland Garros

Il 'Philippe Chatrier' resta il giardino di casa di Rafa Nadal. Lo spagnolo fa suo per l'undicesima volta in carriera il Roland Garros, dominando l'ultimo atto con Dominic Thiem, l'unico capace di batterlo nelle ultime due stagioni sul rosso. Non però sul palcoscenico di Parigi, che rimane appannaggio del mancino di Manacor. Dal 2005 al 2008, dal 2010 al 2014, nel 2017 e ora anche nel 2018, lo Slam francese ha visto un solo unico vero padrone.

Attorno a Rafa il mondo è cambiato radicalmente dal giorno del primo successo, quando da 18enne si affacciava al grande tennis come una giovane promessa; sul campo invece non è cambiato nulla: dominante, imbattibile, 'ingiocabile'. Anche per il coraggioso austriaco, che ha raccolto appena nove game in tre set in una finale senza storia (6-4, 6-3, 6-2), un monologo durato meno di tre ore.

Di fatto l'unico set davvero combattuto è stato il primo. Il maiorchino ha cercato subito di 'azzannare' la partita brekkando l'avversario già al secondo game. Thiem però ha saputo reagire nel migliore dei modi piazzando l'immediato contro-break fino al 2-2. Il sesto gioco, uno dei più combattuti con ben venti punti giocati, ha visto prevalere l'austriaco che ha salvato due palle break tenendo il servizio. La svolta è arrivata sul punteggio di 5-4 in favore dello spagnolo. Dopo una volée di rovescio finita in rete il 24enne di Wiener ha perso lucidità commettendo tre errori evitabili che hanno consegnato il set a Nadal. Che a quel punto non si è guardato più indietro prendendo fiducia e brekkando subito l'avversario in avvio di secondo set (0-2), mantenendo poi il servizio e volando sul 4-1. Thiem si è procurato una palla per il contro-break ma Nadal ha chiuso la porta salendo sul 5-2 per poi chiudere 6-3. Copione simile nel terzo set. Dopo essersi portato avanti con molta fatica (salvate quattro palle break) nel primo gioco, Thiem ha ceduto la battuta già nel terzo game (1-2). Nemmeno un crampo al dito medio della mano sinistra accusato nel turno di servizio ha fermato la corsa verso la storia di Nadal, che ha messo la parola fine alla partita nell'ottavo gioco dopo che Thiem aveva già salvato quattro match point.

Loading the player...

"Non riesco neanche a descrivere le mie sensazioni. È più di un sogno vincere qui undici volte, sembrava qualcosa di impossibile", ha raccontato un commosso Rafa Nadal subito dopo il successo, che gli permette di mantenere il trono mondiale davanti all'eterno rivale Roger Federer. D'altronde sono i numeri a descrivere il dominio dello spagnolo sulla terra battuta: 57 trofei conquistati su questa superficie su 79 totali, 415 vittorie al cospetto di 36 sconfitte, 26 successi stagionali e un solo ko, proprio contro Thiem ai quarti a Madrid.

A Parigi in tutta la carriera il numero uno del ranking Atp ha perso solo due partite, contro Soderling nel 2009 e Djokovic nel 2015, mentre nel 2016 si ritirò contro Granollers prima del terzo turno. Un feeling speciale per un torneo speciale. E un trionfo che consente allo spagnolo di eguagliare il record assoluto di affermazioni in uno stesso Slam, detenuto da Margaret Smith, 11 volte a segno in Australia tra 1960 e 1973. I Major vinti diventano così 17, secondo solo a 'King Roger' a quota venti, con i due tornati a spartirsi Slam come ai vecchi tempi. "E' incredibile, sono molto felice, ho giocato un'ottima partita - ha aggiunto Nadal - Ho giocato il miglior match del torneo, era fondamentale riuscirci. Dominic è un rivale molto aggressivo e molto forte, con un grandissimo dritto. A metà del terzo set ho avuto paura quando mi sono venuti i crampi, oggi c'era grandissima umidità contro un avversario che ti spinge fino al limite. Complimenti a Dominic, ha giocato per due settimane a livello altissimo ed è un buon amico. Vincerai presto". Difficile che questo possa accadere però, nel breve periodo, sulla terra rossa. Che continua ad avere un solo e indiscusso padrone.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

TENNIS-ATP-GER-2018

Tennis, Atp Stoccarda: trionfa Federer, Raonic ko in finale

Per il tennista svizzero è il 98esimo torneo vinto in carriera sul circuito Atp in 148 finali

Open di Tennis, al via The Roland Garros 2018 a Parigi

Pugno duro Tas su Errani. L'azzurra: "Non so se torno a giocare"

Aumentata a dieci mesi la squalifica della tennista romagnola. Era stata sospesa per aver violato le regole dell'antidoping

Sloane Stephens v Simona Halep: Finale Roland Garros

Roland Garros: Halep trionfa in finale, primo Slam in carriera

Battuta in finale in tre set in rimonta la statunitense Sloane Stephens con il punteggio di 3-6, 6-4, 6-1 in due ore e quattro minuti di gioco

Brasile, la fiamma olimpica arriva a San Paolo

È morta Maria Bueno, la regina brasiliana del tennis aveva 78 anni

Ha vinto tre titoli di Wimbledon e quattro titoli dei campionati statunitensi