Venerdì 10 Agosto 2018 - 10:30

Tennis, a Toronto Tsitsipas fa fuori Djokovic. Halep ok a Montreal

Sorprese nei due tornei (maschile e femminile) canadesi. Ok Nadal, Cilic e Zverev. Stop per Sharapova, Wozniacki e Wawrinka

Rogers Cup - Round 16

Rafa Nadal e Alexander Zverev si qualificano per i quarti di finale della 'Rogers Cup', sesto dei nove Atp Masters 1000 in calendario, dotato di un montepremi di 4.662.300 dollari in corso sul cemento di Toronto (dove si disputa ad anni alterni con Montreal), in Canada. E' invece uscito di scena Novak Djokovic, trionfatore dell'ultimo Wimbledon, battuto dal giovane greco Stefanos Tsitsipas (nella foto).

Nadal - Nella notte italiana lo spagnolo numero uno del mondo, trionfatore già in tre occasioni nel '1000' canadese (nel 2005 e nel 2013 a Montreal e nel 2008 - esattamente dieci anni fa - a Toronto), al rientro nel circuito dopo tre settimane e mezzo di pausa, ha superato l'ostacolo rappresentato dallo svizzero Stan Wawrinka, numero 195 del ranking mondiale, in gara grazie ad una wild card (quella che originariamente era stata concessa ad Andy Murray): in un incontro disturbato dalla pioggia Nadal si è imposto per 7-5 7-6(4), in poco più di due ore di gioco, recuperando un break di svantaggio nella seconda frazione al 33enne di Losanna (battuto così per la 17esima volta in 20 incroci nel tour), reduce da due affermazioni in rimonta su Nick Kyrgios e Marton Fucsovics (annullando ben 4 match-point nel tie-break decisivo). Per Wawrinka, comunque, segnali di miglioramento dopo molti mesi decisamente orrendi.

Il 32enne mancino di Manacor troverà nei quarti il croato Marin Cilic, numero 7 Atp e sesta testa di serie, che ha concesso appena cinque game (63 62) all'argentino Diego Schwartzman, numero 12 della classifica mondiale e 11 del seeding. Rafa è avanti per 5 a 2 nei precedenti, l'ultimo andato in scena a gennaio nei quarti degli Australian Open quando lo spagnolo è stato costretto al ritiro dall'infortunio muscolare alla gamba destra. Tutto facile per il tedesco Alexander Zverev, numero 3 del ranking e del seeding, fresco di bis a Washington, che si è sbarazzato per 6-3 6-2, in appena 52 minuti di gioco, del russo Daniil Medvedev, numero 68 Atp, proveniente dalle qualificazioni e la notte precedente in grado di dare un grosso dispiacere al pubblico di casa eliminando al tie-break del set decisivo Felix Auger-Aliassime, 18enne di Montreal, numero 133 del ranking mondiale, in gara con una wild card.

Sulla strada per la semifinale Sascha ritroverà ora il greco Tsitsipas, già sconfitto proprio sette giorni fa nel penultimo atto a Washington nel primo testa a testa tra due dei Next Gen di maggior spessore. Il 19enne di Atene, numero 27 Atp, ha confermato il suo brillante momento in quello che era il 'match of the day', imponendosi con il punteggio di 6-3 6-7(5) 6-3 su Novak Djokovic, numero 10 del ranking mondiale e nona testa di serie, tornato prepotentemente protagonista con il quarto trofeo conquistato a Wimbledon. Il 31enne di Belgrado in Canada era andato a segno quattro volte: nel 2007 e 2011 a Montreal, nel 2012 e nel 2016 proprio a Toronto.

Donne a Montreal -

Simona Halep fa gli straordinari ma approda ai quarti della 'Rogers Cup', torneo Wta Premier 5 dotato di un montepremi di 2.820.000 dollari in corso sui campi in cemento di Montreal. La pioggia di mercoledì aveva infatti impedito il completo allineamento del tabellone agli ottavi, a cominciare dal match d'esordio della numero uno del mondo (certa di conservare il trono mondiale almeno fino a Cincinnati), vincitrice proprio a Montreal due anni fa, contro Anastasia Pavlyuchenkova, numero 28 del ranking mondiale, interrotto sul punteggio di 4-3 per la russa nel primo set. La rumena, che rientrava nel tour dopo Wimbledon, con grande tenacia, è riuscita a spuntarla con il punteggio di 7-6(9) 4-6 7-5, dopo tre ore e 7 minuti di lotta, recuperando dal 2-4 nel terzo set. Halep poi nella notte italiana è tornata in campo liquidando con un doppio 6-2 Venus Williams, numero 14 Wta e 13esima testa di serie, che qualche ora prima aveva regolato per 7-6(4) 6-4 l'altra rumena Sorana Cirstea, numero 54 del ranking mondiale.

Si è fermata la corsa della russa Maria Sharapova, numero 22 Wta, sconfitta per 6-3 6-2 in un'ora e 29 minuti dalla francese Caroline Garcia, numero 6 del ranking e del seeding, capace così di cogliere il secondo successo di fila sulla 31enne siberiana (ora avanti per 4 a 2 nel bilancio degli head to head) dopo quello ottenuto sempre quest'anno sulla terra di Stoccarda (1° turno) e guadagnare il diritto di sfidare la Halep (avanti 4 a 1 nei precedenti). L'esordio direttamente al secondo turno è invece stato fatale alla danese Caroline Wozniacki, numero due Wta, finalista dodici mesi fa a Toronto ed a segno nell'edizione del 2010 a Montreal, che ha finito per cedere per 5-7 6-2 7-6(4), dopo oltre due ore e mezza di lotta, alla bielorussa Aryna Sabalenka, numero 39 del ranking mondiale.

Quest'ultima poi è andata vicina all'impresa anche con la belga Elise Mertens, numero 15 Wta e 14esima testa di serie, che è riuscita a prevalere in rimonta con il punteggio di 2-6 7-6(1) 6-0 annullando anche un match point sul 5-4 del secondo set. Mertens si giocherà dunque un posto in semifinale con la campionessa in carica, l'ucraina Elina Svitolina (1 a 1 i precedenti), numero 5 del ranking e del seeding, che ha battuto per 6-3 6-4 la britannica Johanna Konta, numero 43 del ranking mondiale, qualche ora prima vincitrice sulla bielorussa Victoria Azarenka, numero 95 Wta, in gara grazie ad una wild card, chiudendo sul 6-3 6-1 il match di secondo turno interrotto il giorno precedente sul 6-3 3-0)

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Il litigio di Serena Williams con l\'arbitro nella finale degli Us Open

Christillin: "Caso Williams? Forzato parlare di sessismo"

Secondo la campionessa, gli arbitri userebbero pesi diversi nel giudicare le partite di uomini e donne. Ecco cosa ne pensa la storica madrina delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006

Tennis: Novak Djokovic vs Juan Martin del Potro

Us Open, a New York, trionfa Novak Djokovic, Del Potro battuto in tre set

Niente da fare per l'argentino di fronte allo strapotere fisico del serbo: 6-3, 7-6, 6-3. L'azzurro Musetti battuto nella finale junior

Us Open Jr, Musetti sconfitto in finale dal brasiliano Wild

Niente da fare per il 16enne di Carrara

Tennis, Us Open a New York: Serena Williams ko e litiga con il giudice

Us Open, Serena Williams litiga con l'arbitro e perde la finale con la giapponese Naomi Osaka

Trionfo, 6-2, 6-4, per la giapponese che vince il suo primo slam. Serena finisce in lacrime e dà del ladro all'arbitro: multa da 17mila dollari