Russia

Pagina 3 di 142
Lunedì, Maggio 7, 2018 - 19:15

Russia, quarto mandato per Vladimir Putin

Inizia ufficialmente il quarto mandato per Vladimir Putin. Il presidente della Russia ha prestato giuramento nella sala di Sant'Andrea del Gran Palazzo del Cremlino a Mosca. Putin, che ha vinto le presidenziali dello scorso marzo con il 76 per cento dei voti, rimarrà al potere fino al 2024. È alla guida del Paese dal 1999, alternando il ruolo di presidente a quello di premier. “Considero mio dovere e obiettivo della mia vita fare tutto il possibile per la Russia, per il suo presente e per il suo futuro”, ha giurato Putin con la mano sulla costituzione russa, chiedendo poi al Parlamento di sostenere un nuovo mandato da premier per il primo ministro uscente Dmitry Medvedev, suo alleato di vecchia data.

Sabato, Maggio 5, 2018 - 18:15

Russia, manifestazione anti-Putin, oltre 1000 arresti

Oltre mille persone sono state arrestate in tutta la Russia durante le manifestazioni contro il presidente Vladimir Putin indette dal leader dell'opposizione Alexei Navalny. Secondo l’organizzazione non governativa Ovd-Info, a Mosca gli arresti sono stati almeno 475. Tra questi lo stesso Navalny, accusato di aver preso parte al corteo non autorizzato nella capitale russa ribattezzato “Per noi non è lo zar”. Le proteste sono state organizzate in vista dell'insediamento al Cremlino di Putin per il suo quarto mandato presidenziale, a meno di due mesi dal trionfo elettorale del leader russo alle presidenziali.

Sabato, Maggio 5, 2018 - 17:15

Russia, proteste anti-Putin: 1.000 arrestati, polizia usa lacrimogeni

Più di 1.000 dimostranti anti-Putin sono stati arrestati in tutta la Russia, nel corso delle manifestazioni indette dal leader dell'opposizione Alexei Navalny (a sua volta fermato) in vista della quarta inaugurazione di Vladimir Putin come presidente. Lo ha fatto sapere l'organizzazione Ovd-Info. Inoltre, la polizia ha fatto uso di gas lacrimogeni e utilizzato la forza, per tentare di disperdere la manifestazione di Mosca. Scontri si sono inoltre verificati tra i sostenitori di Navalny e gruppi di dimostranti pro-Cremlino.

Martedì, Aprile 17, 2018 - 18:45

Siria, Gentiloni: "Con Russia servono fermezza e dialogo"

"Io non credo che la Russia abbia l'interesse di fare fino in fondo il gioco di Bashar al-Assad", il presidente della Siria che avrebbe ordinato l'uso di armi chimiche su Douma. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, nella sua informativa sulla Siria alla Camera. "Sfidiamo la Russia a contribuire con Stati Uniti, Iran, Europa alla soluzione negoziale a questa situazione. Il ruolo della Russia è fondamentale, bisogna farlo ora", ha aggiunto il premier.

Martedì, Aprile 17, 2018 - 12:15

Russia, la partita di calcio la presenta un orso

Prima del fischio d'inizio fa il suo ingresso a bordocampo un orso bruno. E' successo in Russia durante una partita di terza divisione: quella tra Mashuk-KMV Pyatigorsk e Angusht. L'animale, accompagnato dall'addestratore, ha incitato il pubblico applaudendo e ha consegnato la palla al coraggioso arbitro

Domenica 15 Aprile 2018 - 21:30

Macron sulla Siria: "I russi complici sulle armi chimiche"

In un'intervista Tv, il presidente francese difende l'operazione militare e su Trump dice: "Abbiamo convinto gli Usa a restare nell'area". Scontro con i giornalisti sull'evasione fiscale

Domenica, Aprile 15, 2018 - 10:15

Siria, scontro Usa-Russia all'Onu

È ancora scontro tra Washington e Mosca per l’attacco congiunto di Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia in Siria, al presunto arsenale chimico di Bashar al Assad. Ieri il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha bocciato la richiesta della Russia di condannare il raid. “Abbiamo il colpo in canna”, ha minacciato Donald Trump. “È stato un atto di aggressione che viola il diritto internazionale”, ha replicato Vladimir Putin. L'Italia non ha partecipato alla missione, ha subito chiarito il premier Gentiloni che martedì sarà in Aula al Senato per una informativa urgente sulla situazione in Siria

Mercoledì, Aprile 11, 2018 - 12:30

Possibili raid Usa in Siria, Mosca avverte: "Non la passerete liscia"

(LaPresse) Tensione alle stelle nel Mar Mediterraneo orientale. Sembra sempre più probabile un attacco aereo sulla Siria da parte degli Stati Uniti, col supporto di Francia e Gran Bretagna. Eurocontrol, l'organizzazione europea per la sicurezza dei voli, ha inviato un'allerta alle linee aeree invitando a volare con prudenza nelle rotte del Mediterraneo orientale per via di "possibili attacchi missilistici". La situazione è precipitata dopo il veto della Russia alla risoluzione Onu per un’inchiesta sul presunto attacco chimico a Douma. Il cacciatorpediniere americano "Donald Cook", armato con missili Tomahawk, ha lasciato il porto cipriota di Larnaca per portarsi nel raggio d'azione di Damasco. La reazione della Russia non si è fatta attendere. Mosca ha avvertito: "Non farà passare liscia nessuna azione militare da parte di Washington".

Martedì, Aprile 10, 2018 - 11:00

Siria, scontro all'Onu tra Russia e Occidente

Scontro tra l'Occidente e la Russia al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite, dove si è riunito il Consiglio di Sicurezza per una riunione d'emergenza dopo il presunto attacco chimico in Siria. I fatti di Duma sono "fake news" per Mosca che accusa Washington, ma anche Parigi e Londra di alimentare la tensione. Gli Stati Uniti promettono di rispondere a prescindere dalla decisione dell'Onu. "Il mondo deve vedere che giustizia è fatta in Siria", ha precisato l'ambasciatrice americana alle Nazioni Unite, Nikki Haley. Possibili raid contro il regime di Assad in Siria di Usa e Francia

Domenica, Aprile 8, 2018 - 20:00

Attacco chimico a Duma, tensione tra Usa e Russia

È tensione tra Usa e Russia dopo un sospetto attacco chimico del regime di Assad a Duma, roccoforte dei ribelli siriani nella Ghuta orientale, alle porte di Damasco. Gli Stati Uniti accusano Mosca: "Ha violato i suoi impegni con le Nazioni Unite e ha tradito la convenzione sulle armi chimiche proteggendo Assad". La condanna arriva in un tweet anche dal presidente americano Trump: "Putin, la Russia e l'Iran sono responsabili per il sostegno all'animale Assad", scrive il tycoon. Sarebbero almeno 100 i morti e centinaia i feriti. Damasco e Mosca negano l'attacco chimico.

Pagine