Mercoledì 23 Maggio 2018 - 10:45

Stelvio Cup, emozioni ad alta quota

Una carovana di Alfa Romeo è partita da Bormio per salire al passo dello Stelvio: più di 20 chilometri e 75 tornanti di puro divertimento

Ci siamo lasciati al volante della Giulia Quadrifoglio. Ci ritroviamo al volante della Stelvio Quadrifoglio. Il “Suv più veloce del mondo”, che sul circuito tedesco del Nuerburgring ha stabilito un fulminante record di velocità sul giro, “chiudendo” in poco più di 7 minuti. Ovvio, qui non c’è la tensione della pista. L’atmosfera è quella di una festa di famiglia. E infatti una carovana coloratissima di oltre 70 vetture tra Stelvio, Giulia e 4C lascia il Palace Hotel di Bormio per affrontare la statale 38 che, snodandosi per più di 20 chilometri e con oltre 75 tornanti, raggiunge il Passo dello Stelvio. Il panorama è incredibile. La pioggia del giorno precedente ha lasciato il posto ad una bella giornata di sole e la neve rimasta dall’inverno incornicia i tornanti.

Loading the player...

Al volante della Stelvio Quadrifoglio non rimpiangi la Giulia. In una battuta: sono “gemelle diverse”. Hanno lo stesso cuore meccanico, il sei cilindri a V da 510 CV e lo stesso cambio sequenziale. Il sistema di trazione integrale permette di avere il 100% al posteriore in condizioni normali, ma può trasferire in tempo reale fino al 50% della coppia all’avantreno. Il fisico è quello dell’atleta: con un peso di 1830 kg, la Stelvio Quadrifoglio ha il miglior rapporto peso/potenza della sua categoria: la bellezza di 176 CV/litro! Le sospensioni attive a il ripartitore di franata completano il ritratto di un suv veramente fuori dal normale. Ad un abitacolo accogliente e luminoso, arredato con raffinata eleganza, ideale per tutta la famiglia con bagagli al seguito, corrisponde un comportamento dinamico da berlinetta sportiva. La Stelvio Quadrifoglio affronta i tornanti e scatta come un fulmine sui rettilinei regalando emozioni in puro stile Alfa Romeo. Non sembra vera tanta agilità di su una vettura che comunque ha una mole di tutto rispetto ed una posizione di guida che resta quella di un suv (anche se il baricentro è basso).

Dal Passo dello Stelvio abbiamo raggiunto Milano in autostrada (un omaggio dovuto: qui nel lontano 1910 ebbe inizio la storia del Biscione) e quindi, attraversando il passo del Turchino, siamo giunti in serata a Monte Carlo, in Costa Azzurra. Ma questa, come si dice, è un’altra storia….

Scritto da 
  • Daniele Cornil
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Alfa Romeo, Stelvio e Giulia per i collezionisti

Debuttano le nuove serie speciali Nring, che celebrano lo storico legame del Marchio con il circuito tedesco del Nürburgring. Per la regione Emea (Europa, Medio Oirente ed Africa) sono disponibili 108 unità per modello, per ricordare i 108 anni di Alfa Romeo

Jeep sul podio in Germania

Quattro modelli Jeep premiati dai lettori della rivista specializzata tedesca Off Road Magazine

Jeep, in anteprima la nuova Renegade al Salone del Valentino

Viene svelata al salone torinese in anteprima europea la Renegade MY19

Fiat 500 trionfa agli NC Awards

Un'icona "globale", simbolo del design italiano, è protagonista della comunicazione integrata