Venerdì 22 Giugno 2018 - 17:30

Spina bifida, due feti operati al Policlinico di Milano

Eccezionali interventi (primi in Europa) di chirurgia intrauterina. Gli interventi (5 ore l'uno) alla 25esima settimana

Folic acid and birth defects rates

Un intervento chirurgico da record, il primo in Europa. Un'équipe multidisciplinare del Policlinico di Milano ha operato con successo due feti alla 25esima settimana di gestazione che presentavano la spina bifida, grave malformazione dorsale potenzialmente mortale. I medici hanno curato il difetto direttamente in utero, inserendo strumenti sottilissimi nel grembo materno.

Le operazioni sono due: della durata di circa 5 ore l'una, la prima è stata realizzato il 19 giugno su una donna proveniente da un'altra nazione europea, la seconda il giorno seguente su una futura mamma italiana in cura alla Mangiagalli. "Una ulteriore conferma di quanto i nostri esperti siano riferimento internazionale per la cura di patologie rare o estremamente complesse", commenta Simona Giroldi, direttrice generale del Policlinico di Milano. Un terzo caso è già previsto a inizio luglio.

Ora bisognerà attendere la nascita dei due bimbi per poter confermare la buona riuscita delle cure. "E' prevista tra fine agosto e inizio settembre - spiega Enrico Ferrazzi, direttore della Ginecologia e del Mangiagalli Center al Policlinico -. L'obiettivo è prolungare le gravidanze il più possibile, monitorarle nel tempo e verificare il pieno successo degli interventi record effettuati in utero. Con la certezza di aver dato una speranza in più".

La spina bifida è un grave difetto della colonna vertebrale e del midollo spinale che si verifica durante lo sviluppo del feto: quando non è mortale porta a disabilità, paralisi e disturbi neurologici. In Italia si verifica 1 caso ogni 10mila nascite: vuol dire che ogni anno ci sono almeno 50 nuovi bambini colpiti. Ad oggi non esistono cure risolutive per chi ha la spina bifida, ma ci sono diversi trattamenti chirurgici per cercare di alleviare il problema. L'intervento chirurgico realizzato in utero dagli esperti del Policlinico di Milano può cambiare radicalmente la qualità di vita di questi bimbi. Per affrontare gli interventi gli esperti del Policlinico sono stati anche all'Albert Einstein Hospital di San Paolo, in Brasile, dove si sono confrontati con Denise Lapa Pedreira, inventrice della tecnica chirurgica e considerata la maggiore esperta mondiale di spina bifida. La specialista ha inoltre partecipato ai due interventi in Policlinico, prima come guida e poi come osservatrice. Ernesto Leva, direttore della Chirurgia Pediatrica del Policlinico, sottolinea come il record è stato possibile "grazie al lavoro di squadra di tutti gli specialisti, al supporto di un eccellente staff infermieristico e all'associazione Cieli Azzurri onlus". L'attivazione di questo nuovo percorso in Policlinico diventerà un'offerta terapeutica unica in Italia ed in Europa.

Scritto da 
  • Ester Castano
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

A Latina i Pediatric Simulation Games. Così i pediatri imparano a salvare vite

Per cinque giorni nella città laziale si "scontreranno" le squadre di 32 scuole di pediatria da tutta Italia. Metteranno in pratica le tecniche di salvataggio su manichini elettronici. Una giuria internazionale deciderà i vincitori

Vaccini, si cambia ancora. Autocertificazione valida fino a marzo 2019

Emendamento della maggioranza al Milleproroghe. Probabilmente si vuole dar tempo alle famiglie di mettersi in regola

Vaccini, petizione Unicef: "Proteggi un bambini, proteggili tutti"

L'organizzazione Onu lancia un appello alla vaccinazione di massa: Lìallarme sugli oltre mille casi di contagio di morbillo in sei mesi in Italia

Via libera alla terapia cellulare CAR-T contro linfomi e leucemia Lla

L'annuncio di Novartis che l'ha sviluppata con l'Università della Pennsylvania. E' la prima terapia cellulare contro i tumori in Europa. Ecco come funziona