Martedì 02 Gennaio 2018 - 15:45

Sparano nella notte e si fanno il video. Virali ma denunciati

E' successo nel Mugello (Toscana). Il video è stato molto condiviso, ma i giovani si sono trovati i carabinieri in casa

Mamma uccide figli a Suzzara in provincia di Mantova

Una bravata che è finita con una denuncia. E' stata quella di un gruppo di giovani del Mugello che il 30 dicembre scorso avevano diffuso un video sui social network nel quale si erano ripresi mentre maneggiavano e sparavano, di notte, con una pistola nella zona sportiva di Dicomano (Firenze). Il video, che aveva avuto una rapida diffusione virale.

I carabinieri di Dicomano si sono attivati identificando subito i tre giovani del video. Nel pomeriggio dell'ultimo giorno dell'anno le abitazioni dei tre giovani sono state perquisite e i carabinieri hanno trovato la pistola utilizzata per le riprese, una scacciacani calibro 8, fedele riproduzione di una semiautomatica, ma priva di tappo rosso. L'arma è stata sequestrata e i tre ventenni sono stati denunciati per il reato di accensioni ed esplosioni pericolose in concorso.
 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Napoli, sparatoria a Piscinola

Firenze, arrestato boss mafia cinese. Zhang: "Sono il più potente in Europa"

Sono state arrestate 33 persone accusate di associazione a delinquere di stampo mafioso

Milano, la farmacia di via Pontaccio 22

Massa, incinta si licenzia per posto in Comune ma l'assunzione salta

La donna aveva vinto il concorso per la farmacia comunale. Il posto è saltato per la mancata approvazione del bilancio. La crisi politica

Milano, blitz antagonisti all'Ispettorato del lavoro: vetrate infrante

Firenze, investe e uccide passante: arrestato pirata della strada positivo alla cocaina

Il conducente dell'auto, di origini marocchine, era scappato ma è stato rintracciato. Prima aveva provocato un altro incidente era fuggito ancora

Bergamo, donna trovata morta in una fossa fuori casa

Firenze, strangola la moglie e tenta il suicidio

Rosario Giangrasso, Il 2 luglio scorso, era salito su un'impalcatura del Duomo di Firenze per protestare e richiamare l'attenzione sulla sua condizione economica