Mercoledì 06 Giugno 2018 - 13:15

Roma, vigilante mostra pistola in studio medico e uccide paziente: "Sono distrutto, non ricordo nulla"

Il colpo partito per errore dall'arma della guardia giurata ha oltrepassato la parete in cartongesso e ha raggiunto un uomo in sala d'attesa

Tragedia in uno studio medico di via Palmiro Togliatti a Roma. Una guardia giurata di 40 anni mentre era in visita dal suo dottore curante per rinnovare il porto d'armi ha mostrato la pistola e per errore è partito un colpo che ha attraversato la parete in cartongesso uccidendo un 69enne che attendeva il suo turno nella sala d'attesa. "Non ricordo niente. Sono distrutto per quanto è accaduto...ma non so dire come è andata perché non ricordo nulla", ha detto il vigilante, finito in carcere con l'accusa di omicidio colposo.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, anche grazie alla testimonianza del medico, l'uomo su richiesta del dottore gli avrebbe mostrato l'arma ma è ancora da stabilire perché sia partito il colpo. Inutili i tentativi di soccorso all'anziano che è morto poco dopo esser stato colpito. 

Giovedì 7 giugno probabilmente si terrà l'interrogatorio di convalida del fermo, a Regina Coeli, dove l'uomo è rinchiuso. Il procuratore aggiunto Nunzia D'Elia e il pm Pierluigi Cipolla, titolari del fascicolo, incaricheranno un medico legale che si occuperà della perizia. 

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bomba d'acqua su Roma. Metro bloccata, danni e allagamenti

Pioggia torrenziale nelle prime ore del pomeriggio sulla Capitale. Stop anche alla ferrovia Roma-Viterbo

Latina, sparano dalla finestra e colpiscono migrante: 3 denunciati

Ferito ad un piede un cittadino camerunense

Roma - Processione della Madonna Fiumarola sul Tevere

Roma, apre 'Tìberis': sul Lungotevere spiaggia, lettini e beach volley

La spiaggia è a ingresso libero e sarà aperta tutti i giorni dalle 8 alle 20

"Ucciso Kaos, il cane-eroe di Amatrice". Salvò le persone dalle macerie: la rabbia sui social

Il pastore tedesco trovato senza vita nel giardino di casa dal suo istruttore Fabiano Ettore che sospetta un avvelenamento. "Mi ha tolto la cosa più preziosa"