Lunedì 07 Maggio 2018 - 09:45

Roma, denunciano il figlio diciannovenne: picchiava genitori e fratellino

È stato arrestato dai carabinieri e portato al carcere di Regina Coeli

Protestano i facchini di Leroy Merlin: occupazione simbolica della sede di Rozzano

Sono stati i genitori a denunciarlo, esasperati dalle continue violenze. Ecco come un ragazzo di 19 anni è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Roma Monteverde Nuovo con l'accusa di estorsione e di maltrattamenti in famiglia.

Padre e madre, rispettivamente di 50 e 57 anni, hanno raccontato ai militari che il figlio quotidianamente li aggrediva fisicamente e li minacciava al fine di ottenere somme di denaro. Il diciannovenne, secondo i racconti, se la sarebbe presa anche con il fratellino di 12 anni, colpito con calci e pugni, al termine di una lite.

Tra le denunce dei genitori anche delle feste con amici, organizzate in casa a loro insaputa, durante le quali sarebbero stati danneggiati alcuni arredi e rubati degli oggetti di valore.

Finora i genitori non avevano mai richiesto l'intervento delle forze dell'ordine né fatto ricorso alle cure mediche. Purtroppo le violenze non sono diminuite e la coppia ha deciso di denunciare il figlio. I militari hanno quindi raggiunto il ragazzo, che è stato arrestato e condotto in caserma. Successivamente è stato accompagnato presso il carcere a Regina Coeli, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bomba d'acqua su Roma. Metro bloccata, danni e allagamenti

Pioggia torrenziale nelle prime ore del pomeriggio sulla Capitale. Stop anche alla ferrovia Roma-Viterbo

Latina, sparano dalla finestra e colpiscono migrante: 3 denunciati

Ferito ad un piede un cittadino camerunense

Roma - Processione della Madonna Fiumarola sul Tevere

Roma, apre 'Tìberis': sul Lungotevere spiaggia, lettini e beach volley

La spiaggia è a ingresso libero e sarà aperta tutti i giorni dalle 8 alle 20

"Ucciso Kaos, il cane-eroe di Amatrice". Salvò le persone dalle macerie: la rabbia sui social

Il pastore tedesco trovato senza vita nel giardino di casa dal suo istruttore Fabiano Ettore che sospetta un avvelenamento. "Mi ha tolto la cosa più preziosa"