Giovedì 31 Agosto 2017 - 14:30

Rimini, la trans violentata: Se li vedessi insieme li riconoscerei

"Sono disposta ad aiutare la polizia in qualsiasi modo, a qualsiasi ora"

Blitz della Polizia nuova Questura per aggressione sessuale turista polacca

"Li voglio in galera" anche a costo della vita. Lo ha detto al Tg1 la transessuale peruviana violentata a Rimini nella notte tra il 26 e il 27 agosto da quattro persone, probabilmente nordafricane. "Uno mi ha preso la borsa - ha detto - un altro mi ha preso per i capelli e mi ha buttato a terra. Sono rimasta in ginocchio e siccome non volevo alzarmi uno è venuto e mi ha rotto la bottiglia in testa. Mi urlavano 'ti ammazziamo'". La vittima ha anche detto di essere in grado di riconoscere i componenti della banda."Se li vedo insieme sì", ha detto, sottolineando: "Sono disposta ad aiutare la polizia in qualsiasi modo, a qualsiasi ora". 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Basta plastica usa e getta e protezione delle tartarughe: ecco i lidi amici del mare

La tutela del mare passa anche dagli stabilimenti balneari che si mettono in prima linea nella lotta all'inquinamento

LIBYA-EUROPE-MIGRANTS-NGO-AQUARIUS

Sette barconi con mille migranti davanti alla Libia, Proactiva Open Arms: "Italia rifiuta nostro aiuto"

Barcellona si offre come poro sicuro mentre la Lifeline invita Salvini a bordo. Mailbombing sul sito della guardia costiera: "Riprendete i soccorsi"

Italo Calvino

Addio Chichita Calvino: la vedova di Italo morta a 93 anni

Era rimasta a fianco dello scrittore fino alla morte, avvenuta nel 1985 a Siena