Venerdì 12 Gennaio 2018 - 17:45

Rai3, 'Amore criminale' cambia volto: arriva Veronica Pivetti

l programma che andrà in onda su Rai3 da domenica 14 gennaio per otto prime serate

Conferenza stampa e photocall della trasmissione Amore criminale

Nuova stagione per Amore Criminale. Il programma, che andrà in onda su Rai3 da domenica 14 gennaio per otto prime serate, è nato nel 2007, quando la legge contro lo stalking ancora non esisteva e di violenza sulle donne si parlava pochissimo. E oggi, dopo undici anni, l'argomento è purtroppo più vivo che mai, tanto che il sottotitolo della trasmissione è diventato Storie di femminicidio.

Alla narrazione, quest'anno, Veronica Pivetti che succede a Camila Raznovich, Luisa Ranieri, Barbara De Rossi e Asia Argento. Amore criminale si presenta con una nuova formula: oltre alla tradizionale puntata, condotta appunto dalla Pivetti, ci sarà un'anteprima durante la quale Matilde D'Errico, ideatrice e autrice del programma, intervisterà in studio una donna sopravvissuta alla violenza. Il direttore di Rai3, Stefano Coletta, è convinto della sua decisione di spostare il format, in cui ha "sempre creduto fortemente", in prima serata, la domenica: "Questo programma - spiega - fa un gran lavoro di prevenzione e mette in campo strumenti per tutte le donne di presa di consapevolezza. Quando ci innamoriamo, il nostro perimetro identitario può perdere i confini razionali del proprio io, si mette in campo una fusione, si è miopi".

"Lo abbiamo collocato - aggiunge - in una serata difficile scientemente. Rai3, quando sono arrivato io, aveva perso dei pezzi come Fabio Fazio e il team di Gazebo. Ho pensato che Amore criminale mette in campo un processo narrativo di cui la platea domenicale era rimasta orfana". E anche qui si trova il motivo della scelta di Veronica Pivetti. Volto noto delle fiction, abituata però a atmosfere decisamente più leggere e comiche. "Il mio è un ruolo importante, perché essere il volto di tante donne è una enorme responsabilità. Stavolta non ci faremo insieme delle risate, ma non importa, ci troveremo insieme in un altro modo". "È un peccato che esista questa trasmissione, è un dolore. Ma, dall'altra parte, per fortuna che c'è. Mentre registravo, ho faticato in più di un momento. Sono storie inaccettabili. È un programma che mi ha fatto molto soffrire".

Un programma di difficile realizzazione, Amore criminale, perché entra nella vita e nelle sofferenze di intere famiglie. Ma è anche uno strumento di servizio: "Tante donne - racconta Matilde D'Errico - ci scrivono dopo la messa in onda. Magari non hanno ancora avuto la forza di denunciare e ci chiedono aiuto. Abbiamo deciso di confrontarci con i centri antiviolenza e la nostra redazione si è formata per dare uno strumento in più. Tutto questo aumenta il nostro senso di responsabilità". Su una cosa, Veronica e Matilde sono perfettamente d'accordo. In un momento in cui si parla molto di molestie, soprattutto dopo lo scandalo Weinstein, loro vogliono tenere le due cose ben separate. "Il tema delle molestie è importantissimo - spiega la Pivetti - ma è un'altra storia, non riesco a vedere il collegamento. Qui parliamo di donne che vengono uccise, non c'è Hollywood di mezzo, non ci sono luoghi di lavoro. Si parla di esistenze domestiche".

Scritto da 
  • Chiara Troiano
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Real Time, appuntamento con il gran finale di "Festival Show"

Sul palco Benji e Fede, Chiara Galiazzo, Emma Muscat, Il Volo, Shade, The Kolors, Thomas. Martedì 11 settembre alle 21.10 su canale 31

'O Mare Mio, Cannavacciuolo fa tappa ad Oneglia

Domenica 9 settembre alle 21:25 sul Nove l'episodio dedicato alle specialità del borgo ligure

Red carpet di X Factor 12 alle audizioni di Torino

X Factor, buona la prima per Asia: sui social campagna per tenerla

A partirew dai live ci sarà un quarto, nuovo giudice ad affiancare la triade Maionchi-Fedez-Agnelli

Virginia Raffaele alla Fiera di Padova

Tv, Nove raddoppia: dopo Crozza arriva anche Virginia Raffaele

Nei palinsesti di Discovery per la stagione televisiva 2018/2019 spicca un nome