Giovedì 04 Gennaio 2018 - 14:30

Problemi nei chip Intel, allarme sicurezza per pc e tablet

L'allarme dalle stesse società produttrici. Non sembra che ci siano stati attacchi per quella falla. Si lavora per correre ai ripari

Allarme cybersecurity: i maggiori produttori di microprocessori hanno ammesso che i loro prodotti - che costituiscono il cuore di pc, tablet e cellulari - hanno una falla nei sistemi di sicurezza, annunciando di essere al lavoro per minimizzare i rischi di attacchi hacker. Secondo un sito specializzato britannico, i chip del colosso americano Intel presentano un grave problema di sicurezza causato da un difetto nel design del prodotto: potenzialmente, questo potrebbe consentire agli hacker di prendere il controllo di un computer e accedere ai dati (password, numeri di carta di credito, ecc.) che vi sono memorizzati. Le notizie hanno fatto crollare il titolo Intel in Borsa (-3,40% alla chiusura di Wall Street). Il ceo, Brian Kraznich, ha dichiarato alla Cnbc che la preoccupazione riguardava tutti i microprocessori moderni e non solo quelli del suo gruppo. Secondo Kraznich, Intel è a conoscenza "da qualche tempo" del problema, dopo lo studio effettuato dagli esperti di sicurezza di Google. Il gigante di Mountain View, dal canto suo, ha confermato sul suo blog di aver scoperto "gravi falle della sicurezza relative a password o chiavi di crittografia" su dispositivi con chip Intel, AMD e ARM e di aver informato le tre società il 1 ° giugno 2017.

Loading the player...

Se la falla potrebbe consentire agli hacker di accedere a informazioni riservate, Intel ha assicurato che non permette di "alterare, modificare o eliminare le informazioni" memorizzate nel computer e di non essere a conoscenza di alcun tentativo hacker per sfruttare questa strada. Il gruppo ha detto che ha già iniziato a fornire aggiornamenti di sicurezza "per mitigare queste vulnerabilità". ARM ha confermato all'agenzia Afp di essere al lavoro con Intel e AMD per risolvere il problema, che in alcuni casi e solo per alcuni modelli di chip, potrebbe "al peggio" consentire l'accesso "a piccole quantità di informazioni". Google ha spiegato di aver iniziato a proteggere i suoi sistemi e ha incoraggiato gli utenti a fare gli ultimi aggiornamenti di sicurezza. Microsoft ha dichiarato a Afp "di implementare protezioni per i suoi servizi di cloud computing" e di iniziare oggi a "rilasciare aggiornamenti di sicurezza per proteggere i suoi clienti"

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milano, grigliata popolare davanti a Palazzo Marino organizzata da centri sociali

Menù di Ferragosto, vince la tradizione: dalla frittata di maccheroni alla grigliata

Primi, secondi, piatti unici e dolci: basta che si rispetti la cucina regionale

Spazio, la sonda Parker della Nasa in viaggio verso il Sole

La navicella spaziale senza equipaggio, costata 1,5 miliardi di dollari, mira ad avvicinarsi più di qualsiasi altra missione precedente al centro del nostro sistema solare

INDIA-US-INTERNET-FACEBOOK

L'Antitrust agli influencer: "La pubblicità deve essere palese"

Per la prima volta si è rivolta anche ai piccoli e medi. L'intervista a Luca Talotta: "Io uso sempre gli hashtag giusti e penso sia più corretto"

"Oggi raggi cosmici e radiazioni". Occhio alla bufala su Whatsapp

Con un messaggio sull'app si avvisa del pericolo denunciato da una tv di Singapore. Ma è la stessa fake news del 2016