Sabato 13 Gennaio 2018 - 14:45

Napoli, 15enne aggredito da baby gang in metro. Questore: "Violenza assurda e immotivata"

Il ragazzo preso a calci e pugni da un gruppo di coetanei. Gli è stata asportata la milza. La Madre: "Vogliamo giustizia"

Roma, la sindaca Raggi in ospedale per un malore

Ancora una aggressione a Napoli. Venerdì pomeriggio un 15enne è stato aggredito da una baby gang nella stazione metro linea 1 di Chiaiano ieri pomeriggio. È intervenuto il questore di Napoli, Antonio De Iesu, parlando di  "assurda e immotivata violenza aggressiva di un branco". In ospedale è stato operato e gli è stata asportata la milza.Gaetano, 15 anni, stava andando a Qualiano quando è stato preso di mira da un branco di una quindicina di coetani. I due cugini che erano con lui sono riusciti a scappare mentre Gaetano è stato preso a calci e pugni ed è finito in ospedale.

"Sta bene, è cosciente ha raccontato la madre del 15enne - Adesso dorme, ma mi ha chiesto di mangiare. Voglio giustizia. Questa volta è andata bene, ma poteva andare peggio. Gli hanno esportato la milza ma poteva essere un organo vitale". "L'attività investigativa è molto forte e capillare, direi incessante - ha continuato De Iesu - Ci sono uomini che stanno lavorando su questo caso al pari di quello di Arturo (l'altro il 17enne accoltellato a dicembre nel centro di Napoli, ndr) - Siamo mettendo insieme vari pezzi e testimonianze. E stiamo estrapolando le immagini. Non lasceremo nulla al caso".

Un mese fa un'altra aggressione a Napoli, quella di Arturo. Poco prima di natale, in via Foria, è stato accoltellato alla gola sempre da una baby gang.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Trattativa Stato-mafia, dopo 5 anni di processo arriva la sentenza

Stato-mafia, M5S: "Giornata storica". Berlusconi e Fi pronti a querelare pm

Una sentenza che fa discutere e che rende ancora più aspri i toni dello scontro politico

Papa Francesco in visita ad Alessano

Il Papa sulla tomba di don Tonino, profeta di speranza: "Liberatevi dal potere"

A 25 anni dalla morte del 'vescovo scomodo', l'omaggio di Bergoglio in Puglia

Trattativa Stato-mafia, dopo 5 anni di processo arriva la sentenza

Trattativa Stato-mafia, condannati Dell'Utri, Subranni e Mori. Assolto Mancino

La sentenza: 28 anni al boss Bagarella, 12 all'ex braccio destro di Berlusconi e agli ex Ros

Ascoli, auguri a Hitler su Facebook. Vicepreside si difende: "Post non era riferito a lui"

La denuncia degli Antirazzisti Piceni: "Deve essere coerente con la sua visione malata e criminale del mondo e lasciare il suo ruolo di educatore"