Martedì 20 Febbraio 2018 - 12:30

Morbillo, in Europa +400% di casi nel 2017. Italia secondo Paese più colpito

L'allarme lanciato dall'Oms. Al primo posto la Romania

Il morbillo nel 2017 ha colpito in Europa 21.315 persone e ne ha uccise 35, con un aumento dei casi del 400% rispetto al 2016. A lanciare l'allarme l'Oms, nel giorno della riunione ministeriale sulle vaccinazioni che si tiene oggi in Montenegro. Le epidemie hanno interessato 15 dei 53 Paesi della regione e quelli che mostrano un più alto numero di persone coinvolte sono Romania (5562), Italia (5006) e Ucraina (4767).

Questi Paesi - spiega l'Oms - negli ultimi anni sono diventati più vulnerabili di altri a causa di diverse problematiche, tra cui il calo della copertura complessiva delle vaccinazioni di routine, la copertura costantemente bassa tra alcuni gruppi emarginati, interruzioni nell'approvvigionamento di vaccini o sistemi di monitoraggio delle malattie poco efficaci.

Anche altri Stati hanno dovuto far fronte ad epidemie consistenti, molte delle quali in calo alla fine del 2017: Grecia (967 casi), Germania (927), Serbia (702), Tagikistan (649), Francia (520), Federazione russa (408), Belgio (369), Regno Unito (282), Bulgaria (167), Spagna (152), Cecenia (146) e Svizzera (105).

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

A Latina i Pediatric Simulation Games. Così i pediatri imparano a salvare vite

Per cinque giorni nella città laziale si "scontreranno" le squadre di 32 scuole di pediatria da tutta Italia. Metteranno in pratica le tecniche di salvataggio su manichini elettronici. Una giuria internazionale deciderà i vincitori

Vaccini, si cambia ancora. Autocertificazione valida fino a marzo 2019

Emendamento della maggioranza al Milleproroghe. Probabilmente si vuole dar tempo alle famiglie di mettersi in regola

Vaccini, petizione Unicef: "Proteggi un bambini, proteggili tutti"

L'organizzazione Onu lancia un appello alla vaccinazione di massa: Lìallarme sugli oltre mille casi di contagio di morbillo in sei mesi in Italia

Via libera alla terapia cellulare CAR-T contro linfomi e leucemia Lla

L'annuncio di Novartis che l'ha sviluppata con l'Università della Pennsylvania. E' la prima terapia cellulare contro i tumori in Europa. Ecco come funziona