Sabato 01 Luglio 2017 - 16:45

Milano, caccia a foto blitz Casapound. Giovedì migranti in presidio

Accusa di apologia fascismo al vaglio della polizia locale per l'estrema destra

Milano, caccia a foto blitz Casapound

Apologia di fascismo. Potrebbe essere questa l'accusa per i militanti di Casapound che giovedì hanno fatto irruzione a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, nel corso del consiglio comunale aggredendo una delegazione di 'Nessuna persona è illegale' che si trovava in piazza Scala per un presidio autorizzato al fianco dei migranti. "La polizia locale di Milano ha chiesto alla Presidenza del Consiglio comunale l'acquisizione delle immagini delle telecamere del blitz di Casapound - scrive in una nota l'assessora alla Sicurezza di Milano, Carmela Rozza - Ciò permetterà di verificare se sono stati commessi reati, a partire dall'apologia di fascismo, e denunciare i responsabili". Sul suo profilo facebook Angela De Rosa, leader di Casapound presente giovedì a Palazzo marino e consigliera a Novate, nel milanese, scrive: "Noi siamo il meglio di questa Nazione: le persone ci guardano con speranza e questa è una responsabilità a cui non vogliamo sottrarci".

Intanto sono due i presidi lanciati dai manifestanti aggrediti in piazza Scala. La rete 'Nessuna persona è illegale' organizza per giovedì 6 luglio un nuovo appuntamento davanti Palazzo Marino, dalle 16,30 per chiedere "residenza per tutte e tutti in una Milano antifascista e antirazzista"; mentre l'Unione sindacale di base, il cui coordinatore regionale Riccardo Germani è stato aggredito da Casapound con pugni al volto, si troverà lunedì 3 luglio alle 17 in presidio sotto la prefettura di Corso Monforte. Sul sito della piattaforma 'Nessuno è illegale', di cui la stessa Usb fa parte, si legge: "Torneremo in piazza per chiedere con ancora più forza che il Comune di Milano si faccia carico di questa fondamentale misura di inclusione sociale: contro il fascismo non parole, ma solidarietà". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, falso allarme bomba in tribunale

Milano, allarme bomba davanti tribunale ma è un macina erba

L'oggetto è stato posizionato a fianco di un'impalcatura

Cernusco sul Naviglio, il luogo del lancio del sasso sulla statale

Milano, violentò turista canadese fingendosi tassista: fermato 28enne

Il ragazzo salvadoregno, rintracciato martedì in provincia di Alessandria, abusò di un'altra donna nel 2010

Fabrizio Corona in aula per l'udienza del Processo a suo carico

Corona, pm Locri indaga per riciclaggio sull'acquisto della casa milanese

Indagati i due amici dell'ex re dei paparazzi, Delfino e Bonato

Sassi dai cavalcavia, nove morti da Lentate alla Cavallosa fino a Cernusco

Ogni anno decine di episodi fortunatamente senza vittime. Ma qualche volta, i folli lanciatori hanno colpito e ucciso. La tragica storia di Letizia Berdini e dei suoi killer