Martedì 04 Luglio 2017 - 12:45

Migranti, oltre 100mila arrivi in Europa da gennaio

Oltre 85mila persone sono sbarcate in Italia

 Migranti, oltre 100mila arrivi in Europa da gennaio

Oltre 100mila persone tra migranti e rifugiati sono arrivati in Europa attraversando il Mediterraneo da gennaio ad oggi. Circa 2.247 sono morte o risultano disperse. Sono i dati resi noti dall'Oim, l'Organizzazione internazionale per le Migrazioni, nell'aggiornamento al 29 giugno. Nel dettaglio, sono arrivate 102.387 persone di cui 101.210 dal mare e 1.177 via terra.
Oltre 85mila persone sono sbarcate in Italia e quasi 9.300 in Grecia; in Spagna invece ne sono arrivate circa 6.500.

Gli arrivi in totale nel 2016 in Europa sono stati 387.739. Oltre 5mila i morti o i dispersi. Secodno i dati Oim aggiornati a maggio 2017, coloro che sbarcano sulle coste italiane provengono da Nigeria, Bangladesh, Guinea, Costa d'Avorio e Gambia. Arrivano da Siria, Iraq, Repubblica del Congo, Algeria, Afghanistan i migranti che sbarcano in Grecia.

Oltre 2.150 persone sono morte lungo la rotta del Medeterraneo centrale (dalla Libia verso la Sicilia); 60 le vittime nel Mediterraneo occidentale che collega il Marocco alla Spagna; 37 nel Mediterraneo orientale (dalla Turchia alle isole greche).

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bologna, prete choc su Facebook: "Ha ucciso più Riina o Emma Bonino?"

Don Pieri si scaglia contro l'esponente Radicale per il suo impegno politico e civile per la legge sull'aborto: "Moralmente non c'è differenza"

Terremoto Norcia, l'appello del piccolo Marco: salvate il mio pianoforte

Terremoto, scossa di 4.4 magnitudo in provincia di Parma. Paura ma nessun danno

La terra ha tremato alle 13.37, come fa sapere l'Ingv

Roma, ritrovamento di un cadavere in un sottopasso del Muro Torto

Napoli, sparatoria nel cuore della movida: rissa e colpi in strada, feriti 4 minorenni

In via Carlo Poerio, prima la rissa tra due comitive poi i proiettili che hanno raggiunto i giovanissimi

Papa Francesco all'Udienza Generale del mercoledi' in Piazza San Pietro

Papa: "L'indifferenza verso i poveri è un grande peccato. Dio non è controllore di biglietti non timbrati"

Il Pontefice in occasione della giornata mondiale dei poveri: "Prendersi cura di loro è un dovere evangelico e l'indifferenza è un grande peccato"