Lunedì 02 Aprile 2018 - 21:30

Los Angeles, apre il museo dei selfie: l'autoscatto è un'opera d'arte

Un'esposizione interattiva aperta per due mesi

Visitatori al parco botanico olandese Keukenhof

Fare un selfie è questione di arte: bisogna scegliere la giusta angolatura, togliere la parte del braccio teso per scattare la foto, sollevare il mento e soprattutto sorridere. Non è dunque così sorprendente che questa febbre dell'autoscatto nell'era dei social network abbia adesso un museo dedicato, che è stato inaugurato domenica a Glendale, alla periferia di Los Angeles.

Curiosi di esplorare tendenze e origini di questo fenomeno, divertendosi, i due fondatori del Museo dei selfie, Tommy Honton e Tair Mamedov, hanno avuto l'idea di un'esposizione interattiva. "I selfie hanno una storia sorprendentemente ricca che risale a quando l'umanità ha creato l'arte", spiega Tom Honton. Statue che imitano il celebre David di Michelangelo con uno smartphone rosa in mano, un trono fabbricato con i selfie-stick, ma anche le istruzioni di sicurezza del governo russo diffuse dopo diversi incidenti mortali, o ancora l'autoscatto fatto da una scimmia con la sua macchina dal fotografo David Slater: con la loro esposizione, i fondatori del museo vogliono dimostrare che questi autoscatti sono ben più che una semplice foto.

"Rembrandt ha realizzato centinaia di autoritratti, Albrecht Dürer cinque, Van Gogh decine. Qual è la differenza? Evidentemente la tecnica artistica e la portata sono un aspetto, ma in realtà se i telefonini e le macchine fotografiche fossero esistite, tutti avrebbero potuto farne". E nel museo il selfie è quasi obbligatorio. Aperto per due mesi, il Museo dei selfie potrà prolungare la sua esistenza a Los Angeles se ce ne sarà occasione, spiegano i fondatori, che si dicono anche pronti a pensare a un'esposizione itinerante negli Stati Uniti o addirittura nel mondo. Vi si trovano anche delle statistiche legate alla tendenza del selfie, da cui emerge per esempio che le donne sono più pronte degli uomini a fare dei selfie. A San Paolo il 65,4% dei selfie viene fatto da donne, a New York il 61,6%, percentuale che esplode a Mosca, con l'82%. 
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bio-on guarda alla moda: bioplastica per tessuti e filati green

Materiali ecosostenibili grazie a un polimero di origine naturale con proprietà termofisiche identiche a quelle delle altre plastiche, ma totalmente biodegradabile

Milano, grigliata popolare davanti a Palazzo Marino organizzata da centri sociali

Menù di Ferragosto, vince la tradizione: dalla frittata di maccheroni alla grigliata

Primi, secondi, piatti unici e dolci: basta che si rispetti la cucina regionale

Spazio, la sonda Parker della Nasa in viaggio verso il Sole

La navicella spaziale senza equipaggio, costata 1,5 miliardi di dollari, mira ad avvicinarsi più di qualsiasi altra missione precedente al centro del nostro sistema solare

INDIA-US-INTERNET-FACEBOOK

L'Antitrust agli influencer: "La pubblicità deve essere palese"

Per la prima volta si è rivolta anche ai piccoli e medi. L'intervista a Luca Talotta: "Io uso sempre gli hashtag giusti e penso sia più corretto"