Martedì 13 Febbraio 2018 - 15:00

Livorno, uccide l'ex moglie nello studio dentistico e poi si suicida

L'uomo era già stato agli arresti domiciliari per stalking

Piazza Vittorio, Carabinieri sul luogo dove una donna è stata violentata nella notte

Ha ucciso l'ex moglie e poi si è tolto la vita. È successo a Livorno, in uno studio dentistico in piazza Attias. La vittima dell'omicidio è Francesca Citi, 45 anni, assistente nello stesso studio. A colpirla a morte con un coltello l'ex marito, Massimiliano Pagnoni. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, l'uomo è andato allo studio, che era chiuso, e si è fatto aprire dalla donna. I due hanno iniziato a discutere: al culmine della lite, l'uomo ha preso un coltello, uccidendola e poi si è suicidato nel bagno. 

A trovare il cadavere di Francesca Citi sarebbe stato l'attuale compagno della donna. Era andato a cercarla perché non rispondeva al telefono. Arrivato nello studio dentistico è riuscito a entrare insieme a un amico e l'ha trovata ormai priva di vita. Poi sono intervenuti i carabinieri che si sono accorti che la porta del bagno dello studio era chiusa dall'interno con la luce accesa. Aperta la porta hanno scoperto il secondo cadavere che il compagno ha riconosciuto come l'ex marito della donna.

Secondo quanto accertato dai carabinieri era stato fino al novembre scorso agli arresti domiciliari per stalking. Nei suoi confronti era stato adottato anche un provvedimento di divieto di avvicinarsi alla donna.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Soccorsi ai feriti in Metropolitana fermata cadorna a seguito di una brusca frenata del convoglio

Volo di 14 metri in un cantiere navale. Muore operaio a Pisa

L'uomo, 39 anni, faceva il saldatore per una ditta d'appalto. E' caduto da uno yacht sul quale stava lavorando

Milano, incidente stradale in Viale Renato Serra

Firenze, donna incinta al quinto mese muore dopo operazione

Non è stato possibile salvare neanche il feto

Olympics Drugs Test

Lucca, doping a giovani ciclisti: 6 arresti e altri 17 indagati

Nel mirino una delle maggiori squadre del ciclismo dilettantistico. Atleti incoraggiati al doping. La tragica storia di Linas Rumsas

Albero su auto in Via Colleoni

Firenze, cade da altalena e precipita in un dirupo: muore 22enne

La ragazza non è sopravvissuta al volo di circa 7 metri