Domenica 13 Maggio 2018 - 09:30

Israele vince l'Eurovision 2018 con Netta, quinti Meta e Moro

La 25enne trionfa con la sua performance sulle note di 'Toy, ispirata a #MeToo. E' la quarta vittoria per il Paese

Israele ha vinto per la quarta volta l'Eurovision Song Contest con un brano ispirato dallo spirito del movimento contro le molestie sulle donne #MeToo, votato da milioni di spettatori nel corso della finale di ieri sera a Lisbona. La performance di Netta Barzilai, sulle note di 'Toy', è stata la più votata della lunga serata, andata in onda in diretta su Rai1, con la conduzione di Federico Russo e Serena Rossi. Quinti nella classifica finale, grazie in particolare al televoto, Ermal Meta e Fabrizio Moro, che hanno portato sul palco 'Non mi avete fatto niente', il brano dedicato ai temi del terrorismo con cui hanno vinto l'ultimo Festival di Sanremo.

"Grazie per aver accettato la differenza e per aver celebrato la diversità", è stato il commento a caldo la cantante israeliana Netta dal palco dell'Altice Arena. "Amo il mio paese", ha aggiunto la 25enne davanti a un pubblico scatenato di 11mila persone che indossavano bandiere o vestiti dei colori delle rispettive nazioni.

Con la sua voce potente, le sue smorfie e movenze che imitano i movimenti di una gallina e una musica travolgente, ha vinto la sfida, quotata anche dai bookmaker, con la rappresentante di Cipro, la cantante greca di origine albanese Eleni Foureira. La rivale ha interpretato "Fuego", una sensuale canzone pop con un coro orecchiabile cantato in inglese che merita di essere paragonata ai successi di Shakira o Beyoncé.

Israele ha già vinto l'Eurovision tre volte, nel 1978, nel 1979 e nel 1998. Sul podio lo scorso anno era arrivato il cantante portoghese Salvador Sobral, che aveva trionfato a Kiev con una ballata jazz. Preferita dai bookmaker da settimane, la cantante israeliana Netta, che sfoggia le sue curve con orgoglio, inizialmente era scivolata in seconda posizione, ma alla fine al vittoria non le è sfuggita. Ha vinto grazie ai punti assegnati dai telespettatori dei 43 paesi partecipanti, dopo che il candidato austriaco Cesar Sampson a sorpresa era in vantaggio grazie al voto delle giurie nazionali.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Giffoni Film Festival 2016

Niccolò Agliardi: "Oggi sono cantautore senza vergogna"

L'artista dalle mille sfaccettature si racconta in 'Resto'

LUCIO BATTISTI

Vent'anni fa la morte di Lucio Battisti, il poeta riservato che ha cantato un'epoca

Il 9 settembre 1998 se ne andava uno dei pilastri della musica italiana. Da 'Mi ritorni in mente' a 'Il mio canto libero', passando per 'Sì, viaggiare': troppi i successi che hanno influenzato generazioni

Bernabei

Musica, Bernabei torna ‘Senza filtri’: Non li uso neanche su Instagram

E il cantante non esclude l’ipotesi Festival di Sanremo

Il rapper milanese Ernia torna con il nuovo disco '68

Sonorità rap, black, funk, trap, melodie vocali e metriche precise e dirette per 12 tracce disponibili dal 7 settembre