Giovedì 04 Gennaio 2018 - 15:15

Influenza aggressiva: oltre due milioni a letto. Boom nell'ultima settimana

Oltre seicentomila casi da Natale a San Silvestro. Nei bambini sotto i 5 anni quasi 30 casi su mille. Colpiti gli anziani nonostante le vaccinazioni

Salute, brusco aumento dei casi di influenza: in oltre 2 milioni a letto

Aumentano gli italiani a letto con l'influenza, con una brusca crescita del numero di casi in tutte le classi di età. Nell'ultima settimana dell'anno, quella da Natale a San Silvestro, secondo i dati raccolti dal ministero della Salute, sono state 673mila le persone costrette a letto, per un totale di circa 2.168.000 casi dall'inizio della sorveglianza. L'ascesa della curva epidemica è superiore a quello osservato nella precedente stagione influenzale, così come il livello dell'incidenza, pari a 11,11 casi per mille assistiti.

La fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei 5 anni, dove l'incidenza schizza a circa 29,2 casi per mille assistiti, e quella tra 5 e 14 anni, pari a 19. Un brusco aumento si registra anche negli anziani, tra i quali i casi sono 6,3 per mille assistiti. Questo nonostante il fatto che gli over 65 siano tra i principali destinatari della campagna di vaccinazione, oltre ovviamente alle persone con determinate patologie e chi svolge lavori a rischio.

Per la stagione 2017-2018, la composizione del vaccino comprende la nuova variante H1N1, cioè A/Michigan/45/2015; la H3N2, cioè A/Hong Kong/4801/2014, e la lineaggio B/Victoria, cioè B/Brisbane/60/2008, presenti anche nel vaccino 2016/2017. La scorsa stagione influenzale ha avuto un impatto di media entità, con 162 casi gravi e 68 decessi. In tutte le Regioni italiane il livello di incidenza attuale è pari o superiore a 10 casi per mille assistiti, tranne in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Val d'Aosta e nella Provincia autonoma di Bolzano, in cui si mantiene a circa 4 casi per mille assistiti. Ma i numeri sono destinati a crescere ancora, soprattutto col ritorno a scuola, in ufficio e a una maggiore frequentazione dei mezzi e locali pubblici, dove è più facile la diffusione del virus.

Scritto da 
  • Silvia Caprioglio
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Rom, Dijana Pavlovic: "Censimento illegale, l'odio di Salvini degenererà"

Intervista all'attrice, attivista per i diritti umani e già candidata alle ultime Europee di origine rom

Caserta, spari contro due migranti al grido "Salvini, Salvini!"

La denuncia del centro sociale Ex Canapificio, che gestisce il progetto Sprar della città insieme alla Comunità Rut delle Suore Orsoline e alla Caritas

I selfie di Igor il russo con la pistola prima degli omicidi in Spagna

Nuove foto del criminale di origine serba accusato di aver ucciso 5 persone, di cui 3 in Italia