Mercoledì 09 Maggio 2018 - 15:15

India, Walmart compra Flipkart, colosso dell'e-commerce indiano

Il colosso americano ha reso noto di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione del 77% del capitale della società fondata nel 2007

INDIA-US-RETAIL-COMPANY-FLIPKART-WALMART-AMAZON

Solo una settimana fa, i media locali riferivano voci per cui Amazon avrebbe avanzato un'offerta mirata all'acquisizione di Flipkart, una realtà da 4,6 miliardi di dollari di vendite l'anno, segnalando però che gli azionisti e i fondatori della piattaforma di commercio elettronico indiana avrebbero visto con favore un accordo con Walmart. Dopo una prima anticipazione da parte del ceo di SoftBank (che di Flipkart detiene un 20%, acquistato a 2,5 miliardi e pronto per essere ceduto a 4 miliardi), l'ufficialità di un comunicato stampa ha sancito il sorpasso del gigante del retail.

Proprio Walmart ha reso noto di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione del 77% del capitale della società fondata nel 2007 da Sachin Bansal e Binny Bansal (che a dispetto del cognome in comune non hanno gradi di parentela) per una cifra intorno ai 16 miliardi di dollari. Un metaforico schiaffo ad Amazon, se l'interesse di quest'ultima per l'affare trovasse conferma, che risulta ancora più clamoroso proprio perché avviene nell'ambito in cui la company di Jeff Bezos ha costruito le proprie fortune: quello dell'e-commerce. Anzi, considerate le cifre in gioco, si può tranquillamente parlare del più grande accordo di sempre in questo settore.

"L'India è uno dei mercati più attrattivi del mondo per il commercio al dettaglio, viste le sue dimensioni e il suo tasso di crescita, e il nostro investimento rappresenta un'opportunità per collaborarre con l'azienda che sta guidando la trasformazione dell'e-commerce sul mercato", ha affermato il presidente e ceo di Walmart, Doug McMillon, esprimendo anche la soddisfazione della società per il fatto che questo passo venga compito "con Tencent, Tiger Global e Microsoft, che saranno partner tecnologici e strategici fondamentali".

Le tre società citate da McMillon, insieme a Binny Bansal, saranno infatti tra i soci che rimarranno nel capitale anche dopo l'ingresso del nuovo azionista di riferimento. "Mentre l'e-commerce è ancora una parte relativamente piccola del commercio al dettaglio in India, vediamo un grande potenziale di crescita", ha commentato lo stesso Bansal, definendo Walmart "il partner ideale per la prossima fase del nostro viaggio".

La catena a stelle strisce, nella nota diffusa oggi, ha intanto sottolineato che nell'immediato l'attenzione sarà concentrata sul servire i clienti e far crescere il business, ma che in prospettiva futura supporta l'ambizione di Flipkart a trasformarsi in una controllata quotata con una partecipazione di maggioranza. Il closing dell'operazione, si legge nello stesso comunicato, è atteso entro la fine dell'anno ed è soggetto all'approvazione dei regolatori.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FILES-CHINA-POLITICS-DIPLOMACY

Dazi, accordo Usa-Cina: "Non combatteremo una guerra commerciale"

Dopo mesi di crescenti tensioni, siglata la 'pax economica'

CHINA-US-POLITICS-TRADE

Iran, le sanzioni Usa aprono opportunità economiche alla Cina

E Washington rischia una costosa situazione di stallo

Delivery riders pay tribute to Leicester City triumph

Deliveroo rende azionisti tutti e 2mila i dipendenti, anche in Italia

Con le share option, spiega il ceo Will Shu, tutti i lavoratori saranno "proprietari dell'azienda"

L'Economia del Corriere compie un anno: evento L’Italia genera futuro alla Borsa di Milano

Il contratto Lega-M5S spaventa i mercati. Vendita sui Btp e Borsa giù

Ha colpito soprattutto l'idea (poi smentita dai due partiti) di chiedere a Draghi di cancellare 250 miliardi di titoli di Stato