Venerdì 08 Giugno 2018 - 10:15

Guasto con esplosione nella metro di Roma: panico tra i passeggeri

Un forte boato alla fermata Policlinico ha allarmato le persone a bordo che sono rimaste al buio senza spiegazioni

Roma, falso allarme bomba alla metro Policlinico

Delle esplosioni fortissime hanno scatenato il panico tra i passeggeri della metro B di Roma. Poco prima dell'inizio dello sciopero dei mezzi, scattato alle 8.30, un forte boato a causa della rottura di alcuni cavi della linea elettrica, ha riempito la fermata Policlinico terrorizzando le persone a borde. In un primo momento si era pensato a una bomba, ma poco dopo è arrivata la comunicazione che si è trattato di un guasto tecnico.

 

Loading the player...

I passeggeri sono rimasti chiusi nei vagoni per circa 20 minuti, al buio. Poi sono stati fatti uscire aiutati dalle forze dell'ordine intervenute e accompagnati in fila indiana verso l'uscita. In motli hanno accustao dei malori. Sul posto anche i vigili del fuoco al lavoro per diverse ore e personale del Nucleo biologico chimico radiologico.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Stadio Roma, nuove ammissioni dal manager di Parnasi: "Lanzalone? Era il Campidoglio"

Interrogato dai pm Luca Caporilli, il dirigente stretto collaboratore del costruttore finito in manette

Virginia Raggi esce dal Campidoglio per andare in procura

Stadio della Roma, Raggi di nuovo in procura. Di Maio: "Lanzalone in Acea? Fu premiato il merito"

Già venerdì scorso la sindaca aveva chiarito una serie di dettagli della collaborazione instaurata con l'ex presidente della partecipata coinvolto nello scandalo

Stadio della Roma, interrogatori e prime ammissioni: cresce numero indagati

Lanzalone, l'avvocato ex presidente di Acea, ha respinto ogni accusa. Per la procura: avrebbe aiutato Parnasi facendo gli interessi suoi anziché quelli del Comune

Presentazione del progetto del nuovo stadio della Roma

Stadio della Roma, il suo futuro è appeso a un filo: un iter lungo sei anni

La bufera giudiziaria che ha travolto il progetto da un miliardo mette a rischio la realizzazione dell'impianto