Domenica 15 Aprile 2018 - 20:15

Governo, ancora stallo. Il nodo centrodestra divide Di Maio e Salvini

Lo sguardo del pentastellato sembra volgere nuovamente al Partito democratico: "Non ci si può bloccare su delle logiche politiche. Ci vuole senso pratico"

Accordo di governo in stallo. A due giorni dell'appello a uscire dall'impasse del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Matteo Salvini e Luigi Di Maio restano distanti. Entrambi al Vinitaly di Verona, neanche si incrociano e si mandano messaggi a distanza. Il nodo è la presenza di un centrodestra unito in un eventuale esecutivo. Il capo politico dei Cinquestelle ribadisce il suo 'no' all'accordo con tutti i partiti della coalizione e torna ad aprire al Pd. Il segretario della Lega, dal canto suo, ripete che l'obiettivo è formare un governo con tutte le forze del centrodestra. E la stessa Giorgia Meloni, pur ammettendo le differenze interne, chiede di rispettare le scelte degli elettori del 4 marzo. Intanto, Maurizio Martina fa sapere che i dem incontreranno l'eventuale incaricato "quando ci sarà".

Di certo, la lontananza tra Salvini e Di Maio non è mai stata così netta. Sullo scontro hanno pesato quasi sicuramente le diverse posizioni assunte sull'attacco in Siria. Differenze di forma e di sostanza che rendono più problematico un governo grillino-leghista: ai toni pacati e diplomatici del capo pentastellato sui raid occidentali contro obiettivi militari del governo di Bashar al-Assad sono seguiti, infatti, commenti 'tranchant' del leader del Carroccio, con argomenti molto graditi dalle parti del Cremlino. Aggressività verbale che non è piaciuta a Di Maio e che, da Verona, lancia l'affondo. "C'è qualcuno che in questo momento continua a ostinarsi sull'idea di centrodestra che le stesse immagini del Quirinale hanno dimostrato non esistere - spiega -. Anzi siamo di fronte a un centrodestra che non esiste, ed questa è una strada non percorribile che potrebbe essere anche un danno per il Paese". Lo sguardo sembra volgere nuovamente al Partito democratico, al cui "senso pratico" il leader 5 Stelle fa appello: "Noi vogliamo dare opportunità di cambiamento a questo paese, non ci si può fermare e bloccarsi su delle logiche politiche. Ci vuole senso pratico". Chiara la risposta di Martina: "Incontreremo l'eventuale incaricato quando ci sarà per confrontarci a partire dalle priorità che abbiamo indicato alle Consultazioni".

Loading the player...

Ma il centrodestra è unito? "Questo è l'obiettivo, mio. Spero anche degli altri", sottolinea Salvini. "Noi siamo contrari a governissimi e governoni", ribadisce. E poi si dice "pronto" a fare il premier, in attesa delle mosse degli altri big. "Continuo a essere ottimista. Se gli altri esercitano il buonsenso che stiamo esercitando noi, si parte", assicura. In ogni caso, spera "che ci sia un governo in carica il prima possibile guidato dalla Lega per difendere il 'Made in Italy' in tutto il mondo". Almeno due segnali lanciati a Di Maio. Il primo: "Se continua a dire io, io, io o nessuno, non aiuta. Magari un bicchiere di rosso può servirgli". Il secondo: "Spero che gli altri politici che stanno facendo un giro per i padiglioni si rendano conto che non c'è tempo da perdere". Parole che arrivano dopo che Berlusconi, in una lettera al 'Corriere della Sera', scrive come "l'Italia avrebbe bisogno al più presto di un governo nella pienezza dei suoi poteri: non un governo qualsiasi, con una qualsiasi maggioranza parlamentare, ma un governo autorevole sul piano interno e internazionale".

"Continuiamo a lavorare - ricorda, dal canto suo, Meloni - per dare un governo agli italiani, ma che sia un governo il più possibile aderente a quello che gli italiani hanno votato lo scorso 4 marzo". "Quindi, per noi non si può prescindere da un governo che abbia una guida di centrodestra", è il messaggio della presidente di Fratelli d'Italia, prima di lanciare un appello, che però cade nel vuoto: "Chissà se tra un bicchiere di vino e l'altro non si riesca a far cadere qualche veto". No, Salvini e Di Maio non si incrociano. Ed è ancora stallo.

Scritto da 
  • dai nostri inviati Valentina Innocente e Luca Rossi
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roma, Enzo Moavero Milanesi riceve Ghassan Salamé

Migranti, anche Moavero replica all'Onu: "Accuse inappropriate, sono amareggiato"

Bachelet: "In Italia troppi casi di razzismo, invieremo un team". Salvini: "Non accettiamo lezioni"

Il "cavallo morente" simbolo della Rai in Viale Mazzini

Rai, Foa verso secondo giro: atteso il 'sì' di Berlusconi a Salvini

Torna in pole il nome del consigliere anziano già candidato dal governo gialloverde

Affido condiviso, al via riforma. Assegno di mantenimento addio

In Senato la nuova proposta di legge che coinvolge 800mila i minorenni e 4milioni di coppie separate con figli

Salvini ospite all'evento Change

Salvini: "Ci chiameremo Lega. Rateizzare fondi? Sono soldi che non ho"

Il leader del Carroccio tira dritto: "Uno è colpevole alla fine del giudizio e vedremo come andrà a finire. Il sequestro preventivo è bizzarro"