Domenica 08 Luglio 2018 - 19:30

Giro d'Italia donne: D’Hoore in volata a Corbetta. Kirchmann nuova maglia rosa

La belga conquista lo sprint della terza tappa precedendo l’olandese Wild e l’americana Ryan. Cambia la leader della generale, sempre in casa Sunweb. Lunedì la quarta tappa dalle 17 su LaPresse

Con uno scatto da specialista della velocità, Jolien D’Hoore (Mitchelton Scott) vince la terza tappa del Giro Rosa, la più importante corsa di ciclismo femminile al mondo, davanti a Kirsten Wild (Wiggle High 5) e Alexis Ryan (Canyon SRAM). Per la belga è il terzo successo nel 2018 dopo quelli nella prima giornata dell’OVO Tour e nella Brugge – De Panne, il secondo in una tappa del Giro Rosa dopo quella dell’anno scorso ad Occhiobello. Una vittoria che interrompe il dominio dei Paesi Bassi sulla corsa nonostante il tentativo della Wild di bissare la vittoria della seconda tappa. Non è più olandese neanche la maglia rosa che passa dalle spalle di Lucinda Brand (Team Sunweb), ora seconda, a quelle della compagna di squadra canadese Leah Kirchmann. Vicine al podio, tutto straniero, tante italiane: la migliore è stata Giorgia Bronzini, quinta, dopo il secondo posto di ieri. Bene anche Barbara Guarischi e Chiara Consonni, sorella di Simone della UAE Emirates, che hanno chiuso settima e nona.

A fare la differenza, dopo una gara completamente in piano, divisa in un circuito di otto giri, la caduta a cinque chilometri dall’arrivo, proprio quando il gruppo stava riprendendo le fuggitive di giornata: Sara Penton, Chiara Perini e Carmela Cipriani. Un incidente che ha diviso in due il gruppo e solo chi è rimasta davanti si è giocata tutto nella volata finale dove la D’Hoore è stata più veloce delle avversarie, vincendo addirittura con un paio di metri di vantaggio. Un’azione tutta di potenza, forse iniziata con troppo anticipo, come ha spiegato la belga a fine gara, ma sicuramente efficace.

Per la quarta tappa del Giro Rosa si torna moderatamente a salire: 109 chilometri con partenza e arrivo a Piacenza passando per Rivergaro, piccolo comune a 360 metri sul livello del mare. Qui ci sarà l’unico gran premio della montagna di giornata dove le fuggitive proveranno a guadagnare margine per evitare il probabile arrivo in volata.  

 

Scritto da 
  • Adriano Di Blasi
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Foto tratta dal profilo Twitter di Mara Navarria - Credit: Augusto Bizzi

Campionati del Mondo di scherma, Mara Navarria oro nella spada femminile

La friulana dell'Esercito ha battuto nella finale la romena Ana Maria Popescu. Per lei è il primo titolo mondiale

Ciclismo, Tour de France 2018 - Tredicesima tappa

Tour de France, tris Sagan a Valence. Nibali mastica ancora amaro

La frazione odierna, quasi totalmente pianeggiante, ha visto il gruppo dirigersi quasi sempre compatto fino al traguardo

Tour de France 2018 - Dodicesima tappa

Tour de France, Nibali sulla caduta: "Il referto pesa tantissimo"

Il ciclista siciliano è stato costretto ad abbandonare la gara per una frattura alla vertebra

Tour de France, Nibali costretto al ritiro: caduto per colpa di un tifoso

Dodicesima tappa amara per lo "Squalo": vertebra rotta e addio alla gara. Il saluto ai fan: "Grazie dell'affetto, alla prossima"