Martedì 12 Giugno 2018 - 12:30

Genova, 20enne ucciso da poliziotto. Gabrielli: "Presto taser agli agenti". Salvini: "Gli sono vicino"

Il giovane colpito dopo aver accoltellato un altro poliziotto

Commemorazione in questura in ricordo al commissario Luigi Calabresi

La procura di Genova ha iscritto nel registro degli indagati, per eccesso colposo di legittima difesa, il poliziotto che in un appartamento di via Borzoli ha sparato e ucciso Jesus Tomalà Jefferson, 20enne di origini ecuadoriane che aveva appena colpito con tre coltellate un altro poliziotto dopo aver dato in escandescenze. Un caso che crea inevitabilmente polemiche e reazioni da parte di politici e opinione pubblica. "Sulla dotazione di taser al personale abbiamo terminato il primo iter. Ora inizierà la fase di sperimentazione operativa in alcune realtà con alcuni reparti e speriamo in tempo breve di dotarlo a tutti i colleghi che sono piu esposti al contatto con soggetti che possono recare danni ai nostri operatori", ha annunciato il capo della polizia, Franco Gabrielli, a margine di un convegno a Genova. 

Su twitter è arrivato il messaggio di solidarietà di Matteo Salvini: "Non solo da ministro, ma da cittadino italiano e da papà sarò vicino in ogni modo possibile a questo poliziotto che ha fatto solo il suo dovere salvando la vita a un collega", scrive sul social il ministro dell'Interno e vicepremier.

 

 

E sempre su Twitter sono tanti i post di sostegno per l'agente. "Risorse ecuadoregne scatenate a Genova. Questo ha rifilato 5 coltellate a un poliziotto prima di essere abbattuto. Il poliziotto che ha sparato è ovviamente indagato per omicidio, invece di ricevere una medaglia", scrive un utente. "Ecuadoriano ACCOLTELLA un poliziotto e viene ucciso. GIUSTIZIA FATTA cosa c’è da indagare? Doveva accoltellare anche l’altro poliziotto?", si chiede un altro.

 

 

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Cadavere in fiume a Lubiana: è di Davide Maran, studente italiano

Il giovane 26enne originario di Cento era sparito da marzo

ITALY-EUROPE-POLITICS-MIGRANTS

Guardia costiera e soccorso nel Mediterraneo Centrale: ecco come funziona

Quando e come devono rispondere a una richiesta di soccorso, di chi è la competenza, cosa sono la Sar e il place of safety

Chef Rubio: "'Cus cus clandestino' contro le bugie di Salvini per Soumaila"

A Milano il 3 luglio la serata di cibo e solidarietà organizzata dall'Usb. Lo chef senza peli sulla lingua: "Continuerò a dire ciò che penso a costo di rischiare la professione"

Operazione di salvataggio di 433 migranti al largo della costa libica

"Rivolgetevi a Tripoli". La prassi della guardia costiera italiana per le navi in acque libiche

Ecco cosa succede quando un'imbarcazione chiede soccorso all'Italia ma si trova nella zona di competenza di un altro Paese