Lunedì 09 Luglio 2018 - 11:15

È nata Awe, la nuova agenzia economico-finanziaria di LaPresse

Un ulteriore investimento dell'editore Marco Durante

In un momento di continuo stallo dell'editoria LaPresse continua a investire. Dopo l'annuncio dell'ingresso di Elisa Ambanelli con la carica di Head of Entertainment, in completa controtendenza con il mercato, è nata una nuova agenzia di stampa: AWE (Agency World Economy).

"Nel nostro settore la specializzazione è di fondamentale importanza - dichiara il presidente ed editore di LaPresse Marco Durante - in quest'ottica LaPresse continua con il suo ruolo di agenzia di stampa generalista con i flussi testuali di politica, cronaca, sport e spettacolo, mentre AWE è l'agenzia economico-finanziaria".

La propensione alla creazione di strumenti e servizi sempre più profilati sulla base delle effettive necessità degli interlocutori, gli investimenti continui in risorse umane, tecnologie e infrastrutture, sono alla base della nascita di AWE; la nuova testata giornalistica fa capo al direttore di LaPresse, Vittorio Oreggia.

Vocazione internazionale, capacità imprenditoriale, innovazione tecnologica, flessibilità e propensione all’ascolto, sono i punti di forza di LaPresse, la prima agenzia di stampa italiana multimediale a guida imprenditoriale.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

LaPresse.it cambia, il nuovo sito online dal martedì 11 settembre

Informazione efficace, rapida, gratuita e approfondita: queste le linee guida che hanno orientato il restyling del nuovo sito LaPresse.it, che debutta martedì 11 settembre

ITALY-AIR-TRANSPORT-ALITALIA

Alitalia, l'esperto: "Ora nessuna chance di vendita"

Il professor Ugo Arrigo non crede alla pista cinese

Salone dell'automobile di Ginevra 2018 - presentazione New Cherokee e Wrangler

Fca, Elkann: "La scelta di Manley condivisa già con Marchionne"

L'assemblea dei soci lo ha confermato come amministratore delegato del gruppo con 99,58% voti a favore

Stabilimento siderurgico dell'Ilva a Taranto

Ilva, intesa su 10.700 assunzioni: no esuberi e Jobs Act

Raggiunto l'accordo dopo 18 ore di tavolo al Mise: ecco tutti i provvedimenti