Mercoledì 29 Gennaio 2014 - 22:05

Caso Nsa, sito web di Angry birds attaccato da hacker

IMG

Helsinki (Finlandia), 29 gen. (LaPresse/AP) - Il sito internet del famoso videogioco 'Angry birds' è stato attaccato da alcuni hacker. Lo ha reso noto la casa produttrice del gioco, la finlandese Rovio Entertainment, due giorni dopo la diffusione della notizia secondo la quale le agenzie di spionaggio americane e britanniche avevano avuto accesso ai dati personali dei giocatori. Una portavoce di Rovio ha dichiarato che l'attacco è durato pochi minuti stamattina e che i dati degli utenti "non sono stati mai a rischio". Lunedì New York Times, Guardian e ProPublica avevano diffuso alcuni documenti di Edward Snowden secondo i quali la National Security Agency americana (Nsa) e l'agenzia britannica Gchq erano riuscite a ricavare informazioni sugli utenti tramite diverse applicazioni per smartphone, fra cui quelle del marchio Angry birds. Rovio nega tali affermazioni, sostenendo che non "condivide dati né collabora o è collusa" con alcuna agenzia di spionaggio. La compagnia ha annunciato che rivaluterà i sistemi che permettono alle reti di terze parti di inserire messaggi pubblicitari nelle applicazioni.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'astronauta Alan L. Bean , pilota del modulo lunare , fotografato durante l 'attività extraveicolare sulla luna - Le foto fu fatta dal comandante Charles Conrad jr.

Addio a Alan Bean, quarto uomo sulla Luna

E' morto in Texas all'età di 86 anni. Partecipò alla missione Apollo 12

Coree, incontro a sorpresa Kim-Moon. Summit con Trump ancora possibile

Si sono riuniti per la seconda volta (la prima era stata il mese scorso) a Panmunjom, villaggio che si trova nella zona demilitarizzata nota come Dmz

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Il 66,4% degli elettori ha votato a favore dell'abrogazione del divieto costituzionale dell'interruzione volontaria di gravidanza. L'affluenza si è attestata al 64,1%