Mercoledì 29 Gennaio 2014 - 22:05

Caso Nsa, sito web di Angry birds attaccato da hacker

IMG

Helsinki (Finlandia), 29 gen. (LaPresse/AP) - Il sito internet del famoso videogioco 'Angry birds' è stato attaccato da alcuni hacker. Lo ha reso noto la casa produttrice del gioco, la finlandese Rovio Entertainment, due giorni dopo la diffusione della notizia secondo la quale le agenzie di spionaggio americane e britanniche avevano avuto accesso ai dati personali dei giocatori. Una portavoce di Rovio ha dichiarato che l'attacco è durato pochi minuti stamattina e che i dati degli utenti "non sono stati mai a rischio". Lunedì New York Times, Guardian e ProPublica avevano diffuso alcuni documenti di Edward Snowden secondo i quali la National Security Agency americana (Nsa) e l'agenzia britannica Gchq erano riuscite a ricavare informazioni sugli utenti tramite diverse applicazioni per smartphone, fra cui quelle del marchio Angry birds. Rovio nega tali affermazioni, sostenendo che non "condivide dati né collabora o è collusa" con alcuna agenzia di spionaggio. La compagnia ha annunciato che rivaluterà i sistemi che permettono alle reti di terze parti di inserire messaggi pubblicitari nelle applicazioni.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bergamo, La Coop Sul Serio batte la crisi: quando i lavoratori salvano le aziende dal fallimento

Onu: "Le donne guadagnano il 23% meno degli uomini. È il più grande furto della storia"

Il dato emerge dalla campagna #StopTheRobbery ed è specchio di una situazione diffusa in tutto il mondo

Sami Anan

Egitto, ex capo di stato maggiore Sami Anan si candida a presidenziali

Sfiderà l'attuale presidente Abdel Fattah al-Sisi

Usa, un anno di Trump: tra scandali e promesse mantenute

Al termine del primo anno di governo l'immagine del presidente degli Stati Uniti nel mondo è peggiore di quanto non sia mai stata quella dei suoi due predecessori

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile