Giovedì 21 Dicembre 2017 - 21:15

Calciomercato, il Milan 'blinda' Bonucci. L'Inter sogna colpo Pastore

In casa Juve arrivano voci di forte interesse delle squadre inglesi per Rugani e Sturaro

A.C. Milan - Primo allenamento del Mister Gattuso alla guida del Milan

Non c'è pace in casa Milan, dopo il caso Donnarumma rischia ora di scoppiare quello relativo a Bonucci. Dall'Inghilterra giungono voci di un possibile assalto a gennaio dei top club della Premier League al difensore rossonero. Un Bonucci che a metà stagione sarebbe già 'pentito' di aver scelto il Milan nel momento in cui ha deciso di lasciare la Juventus, riaprendo così le porte a un suo possibile sbarco in Inghilterra dove da tempo ha tanti estimatori. Su tutti Antonio Conte che farebbe carte false per portarlo al Chelsea, ma anche Pep Guardiola sarebbe pronto a un super investimento per rinforzare il Manchester City. Puntuale è arrivata la smentita del club rossonero, attraverso il commento alla rassegna stampa in cui si parla di "illazioni davvero irricevibili". Non solo, ma il Milan rassicura i tifosi sostenendo che Bonucci in persona "ha già smentito informalmente perché crede totalmente nel progetto Milan". Certamente dopo quanto accaduto con Donnarumma, il caso Bonucci rischia di rendere ancora più difficile il compito di Gattuso per rilanciare la squadra.

Mentre in casa Milan ci si interroga sul futuro di Donnarumma e Bonucci, in casa Inter si lavora sotto traccia per cercare di rinforzare la squadra a gennaio. Spalletti è uscito da tempo allo scoperto, chiedendo apertamente rinforzi se si vuole puntare da subito allo scudetto. La proprietà Suning, però, alle prese con lo stop del governo cinese agli investimenti all'estero e al rispetto dei paletti dei fair play finanziario, ha fatto capire che per comprare bisogna prima vendere. Sul mercato c'è Joao Mario, la cessione del portoghese potrebbe favorire l'arrivo di almeno uno fra Pastore e Mkhitaryan. Il centrocampista argentino ha di fatto annunciato che lascerà il Psg e i nerazzurri sono da tempo sulle sue tracce.

In casa Juve arrivano voci di un forte interesse delle squadre inglesi per alcuni dei giocatori che fin qui hanno trovato meno spazio: Daniele Rugani e Stefano Sturaro. Per il difensore centrale l'Arsenal sarebbe pronto a sborsare 40 milioni di euro, per il centrocampista il Newcastle di Benitez già in estate aveva offerto più di 20 milioni e ora sarebbe pronto a rifarsi sotto. Certo con 60 milioni da reinvestire, Beppe Marotta avrebbe la possibilità di piazzare un colpo importante per lanciare l'assalto alla Champions League, ma storicamente in casa Juve il mercato di gennaio è interlocutorio. La vera novità potrebbe essere la chiusura dell'accordo con Emre Can, in scadenza con il Liverpool la prossima stagione.

Chi sicuramente deve rinforzare la squadra a gennaio per difendere il primato in classifica è il Napoli di Maurizio Sarri. Con Milik e Ghoulam fuori per due gravi infortuni, il tecnico si attende l'arrivo di almeno un attaccante e un difensore esterno. Per la punta, sicuro l'arrivo di Inglese già bloccato in estate dal Chievo. Ai veronesi potrebbe finire Giaccherini. Per la difesa il nome caldo è sempre quello di Vrsaljko dell'Atletico Madrid, su cui però c'è anche la concorrenza della Juventus. In prospettiva futura il ds Giuntoli avrebbe messo gli occhi su Ciciretti del Benevento, Machach svincolato dal Tolosa e Fares dell'Hellas Verona.

Guardando all'estero, chi potrebbe cambiare squadra a gennaio è Mario Balotelli. "Ho sentito Raiola e gli ho chiesto cosa faremo a gennaio e lui mi ha risposto 'ancora non so' quindi vedremo", ha detto SuperMario. "Vorrei tornare a giocare la Champions, in una grande squadra e magari mettere in bacheca dei trofei", ha aggiunto. In Germania, il Bayern Monaco ha ufficializzato l'ingaggio di Wagner dall'Hoffenheim e il rinnovo di Coman fino al 2023. Una vecchia conoscenza del nostro calcio, infine, Clarence Seedorf è pronto a tornare in pista come allenatore dell'Atletico Paranaense in Brasile.
 

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FIGC, Consiglio federale a Roma

Figc, un ticket con Gravina? Tommasi non lo esclude

Grandi manovre verso il voto del 29. Tutti cercano di evitare elezioni con tre candidati. Nicchi (arbitri): "In quel caso, non voteremmo"

Serie A - Inter Milan vs Lazio

Il Var funziona: "Mille interventi e solo l'1% di errori in 210 gare"

Presentata da Nicchi e Rizzoli un'analisti approfondita: solo in 7 casi errore decisivo. E il tempo di consultazione è sceso a 29 secondi

Supervacanze di Natale red carpet anteprima

Figc, si candida Lotito: "Ho 11 voti". Ma la serie A è spaccata

Restano in campo Damiano Tommasi (calciatori), Gravina (Lega Pro) e Sibilia (LND). Il 29 il voto