Giovedì 04 Gennaio 2018 - 17:15

Milano vola sul record di Wall Street: massimi per Fca

Nel durante l'indice ha superato quota 22.500. La chiusura a quota 25.512 (+2,77%)

Seduta da incorniciare per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha chiuso in progresso del 2,77% a quota 22.512,13 punti. Ieri il listino milanese ha posto fine a una striscia di 5 sedute consecutive in ribasso. La spinta arriva ancora una volta dai nuovi record toccati da Wall Street (Dow Jones per la prima volta oltre i 25mila punti). Molto bene anche Tokyo che ha inaugurato il 2018 con la miglior seduta dal 2016 e spingendosi al livello più alto dell'indice Nikkei dal gennaio 1992.

Sui mercati prevale l'ottimismo sulle prospettive di accelerazione della crescita economica a livello globale. Buone indicazioni oggi dal Pmi servizi cinese, andato oltre le attese, e dai Pmi europei, con quello composite dell'area euro balzato a fine 2017 ai massimi degli ultimi 7 anni.

A Piazza Affari molto bene i titoli oil con Saipem salito del 2,72% a 3,924 euro in scia ai massimi toccati dal petrolio Wti oltre quota 62 dollari al barile.

In evidenza le banche, con Ubi Banca in progresso di quasi il 5% (+4,97% a 3,804 euro) e Unicredit del 3,42% a 16,33 euro, sovraperformando i titoli bancari in Europa.

Vero e proprio exploit del titolo Fca (+8,36% a 16,85 euro) seguito a ruota dagli altri testimonial della galassia Agnelli (+6,86% a 55,30 euro Exor e +4,17% a 92,50 euro Ferrari). Per Fca, che oggi è stato a tratti anche oltre quota 17 euro, si tratta dei nuovi massimi storici, ossia da quando c'è stata la fusione tra Fiat e Chrysler. La speculazione continua a sostenere il titolo in vista di operazioni straordinarie, a partire dallo spin-off di Magneti Marelli. Secondo Mediobanca Securities Fca è il principale beneficiario di un mercato auto Usa che si sta mantenendo solido vicino ai livelli record e in prospettiva troverà sponda anche dagli effetti della riforma fiscale.

Bene infine Moncler (+1,95% a 26,10 euro) che ha fissato per il 27 febbraio il Capital Market day  dove illustrerà la strategia e gli obiettivi del gruppo per i prossimi anni. "Pensiamo che questo evento possa sostenere ulteriormente l'equity story e la visibilità sulle crescite future", rimarca Equita sim che ha rating buy su Moncler con target price a 26,7 euro e si aspetta un newsflow positivo sui numeri 2017 a dispetto dei timori relativi alla difficile base di confronto e dello slittamento di un paio di aperture di negozi dal quarto trimestre 2017 al primo del 2018.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

ITALY-ECONOMY-TELECOM

Iliad va bene: Tim crolla in Borsa -5,29 per cento

Lo scivolone dopo che Exane ha tagliato il rating del titolo telefonico a "underperform"

Atlantia sotto il faro Consob. A rischio anche rating Autostrade

Forte recupero dopo il tracollo, poi l'arresto

Risale lo spread: 267 punti base, decennale oltre il 3%

Dopo la chiusura a -1,73%, la Borsa di Milano apre in lieve rialzo