Giovedì 07 Settembre 2017 - 14:45

Draghi: "Eurozona ha ancora bisogno di sostegno monetario"

Per il presidente della Banca Centrale Europea il quantitative easing è ancora necessario

Tallinn, la conferenza del presidente della BCE Mario Draghi

"L'Eurozona ha ancora bisogno di notevole sostegno monetario. Se l'outlook diventerà meno favorevole" o l'inflazione nell'eurozona si indebolirà "siamo pronti a incrementare il nostro programma di acquisti di asset in termini di portata o durata". Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, in conferenza stampa a Francoforte al termine della riunone di politica monetaria del condiglio direttivo.

'inflazione nell'eurozona dovrebbe rafforzarsi "gradualmente" nei prossimi mesi, tuttavia l'inflazione 'di fondo' "si è rafforzata negli ultimi mesi, ma è rimasta ancora debole". Per questo, ha aggiunto Draghi, il quantitative easing "è ancora necessario"

"La recente volatilità del tasso di cambio è una fonte d'incertezza e richiede di essere strettamente monitorata, per le sue implicazioni sulla stabilità dei prezzi nel medio termine".

In ottobre saremo pronti" per affrontare la discussione su un eventuale decisione di 'tapering' - ovvero una riduzione graduale - degli acquisti di asset. Draghi ha spiegato che nel vertice appena concluso ci sono state solo "discussioni preliminari" sulla "sequenza" tra Qe e tassi, sugli "scenari e sui canali di trasmissione". "E' un momento in cui serve pazienza", ha risposto il banchiere centrale ai giornalisti. Sempre in merito al Qe, ha chiarito il banchiere italiano, "non abbiamo discusso la scarsità di risorse" per quanto riguarda i bond acquistabili sul mercato, "abbiamo visto che siamo in grado di gestire questo problema abbastanza agevolmente".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piantumazione alberi - Biblioteca degli alberi Porta Nuova

La assunzioni salgono del 20,1%, ma ancora a tempo determinato

Positivi i dati dell'Inps sul lavoro nei primi nove mesi 2017. Il saldo positivo tra assunzioni e cessazioni è di 721 mila. Balzo del lavoro a chiamata

Ecofin, riunione dei ministri delle finanze dell'Unione europea in Lussemburgo

Bilancio, la lettera della Ue. Italia rimandata a maggio

La Commissione europea invita a non annacquare le misure chiave. "Evitare passi indietro sulle pensioni. Attuare la Fornero"

Risultati candidatura ema milano

Ema, polemiche dopo la sconfitta. Maroni: "C'è stata scorrettezza"

L'Agenzia del Farmaco finita ad Amsterdam per sorteggio. Il governatore lombardo: "Gentiloni e Alfano potevano farsi vedere". Tutti contro il sistema di decisione

Sede Ema, oggi il verdetto

Agenzia del farmaco, il sorteggio decide per Amsterdam

La terza votazione è finita 13 a 13. Milano sfortunata nell'estrazione. Vola via un indotto da 1,7 miliardi all'anno. Gentiloni: "Che beffa!"