Mercoledì 13 Settembre 2017 - 16:30

Bayern, la rabbia di Ribery: sostituito, rifiuta il saluto ad Ancelotti

Il tecnico stupito: "Non ho parole"

Bayern, la rabbia di Ribery: sostituito, rifiuta il saluto ad Ancelotti

La rabbia di Frank Ribery sta causando nuove preoccupazioni al Bayern Monaco e al suo tecnico Carlo Ancelotti. Dopo la sostituzione al 78° minuto del match di Champions League contro l'Anderlecht vinto dai bavaresi per 3-0, il francese ha rifiutato di stringere la mano al tecnico, ha tolto la maglia ed è andato via. "Non ho parole", ha dichiarato Ancelotti, a chi gli ha chiesto la ragione del comportamento di Ribery.

Apparentemente, il tre volte vincitore della Champions era profondamente frustrato: "Il giocatore ha visto il cartellino giallo, non si era allenato domenica e ho voluto dargli più tempo per recuperare", ha chiarito Ancelotti. "Ribery non è stato sostituito per una prestazione scarsa". "La sua reazione non è quella che noi vogliamo vedere", ha affermato Hasan Salihamidzic, direttore sportivo del club bavarese. "Dovremo parlarne".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Guardiola: "Vogliamo solo votare, si tratta di democrazia"

Catalogna, Guardiola: "Vogliamo solo votare, si tratta di democrazia"

"Il popolo catalano ha mostrato una grande educazione civica ancora una volta"

Champions League - Shakhtar Donetsk vs SSC Napoli

Srna (Shakhtar Donetsk) positivo dopo la partita col Napoli

La notizia non è stata ancora confermata dalla Uefa. Il giocatore non convocato

Tevez: "Calcio cinese mai come quello europeo, neanche tra 50 anni"

Tevez: "Calcio cinese mai come quello europeo, neanche tra 50 anni"

"Dal punto di vista tecnico, i giocatori non sono molto buoni, e il calcio in sé è molto differente"

Barcellona, maglia di sostegno a Dembelé. Ma critiche su Twitter

Barcellona, maglia di sostegno a Dembelé. Ma critiche su Twitter

C'è chi ha fatto notare che l'attaccante "si è solo infortunato, non è mica morto..."