Venerdì 13 Aprile 2018 - 14:15

Bardonecchia, il pm di Torino procede contro cinque doganieri francesi

Sono indagati per violazione di domicilio e perquisizione illegale. Spataro: "Non avevano diritto di fare il blitz"

La polizia di Frontiera Francese continua i controlli alla stazione di Bardonecchia

"Chiediamo le generalità dei cinque doganieri francesi. Sono indagati per violazione di domicilio e perquisizione illegale". A dirlo il procuratore capo di Torino, Armando Spataro, in conferenza stampa a Torino. La Procura ha emesso un ordine di investigazione europeo per il blitz dei gendarmi francesi al centro di assistenza ai migranti in stazione a Bardonecchia (Torino). Per Spataro, "al di là degli accordi internazionali, i doganieri non avevano il diritto di eseguire le attività in territorio italiano senza richiedere l'intervento di presidi di polizia giudiziaria italiana" .

"Con il provvedimento - ha proseguito il procuratore - è stato richiesto alla competente autorità francese di interrogare i cinque doganieri, alla presenza dei pm" di Torino. "E' stata anche formulata richiesta di trasmissione di ogni documentazione relativa alla attività degli indagati (attualmente ignoti) del 30 marzo 2018".

IL BLITZ - Venerdì 30 marzo, intorno alle 21 a Bardonecchia, nel torinese, alcuni uomini della dogana francese, armati, sono entrati senza permesso nella sala gestita dal Comune di Bardonecchia, vicino alla stazione dove operano i volontari della Rainbow4Africa per dare assistenza ai migranti respinti dalla Francia e quelli che tentano la traversata al confine. Alla sala hanno accesso solo gli operatori e i mediatori culturali del Comune ma gli agenti francesi sono comunque entrati obbligando un migrante, di colore, a sottoporsi al test antidroga delle urine. Un esame risultato negativo, come fanno sapere alcuni volontari.

A denunciare il blitz era stata la stessa ong lamentando "la grave ingerenza, inaccettabile, all'operato dell'ong e delle istituzioni italiane".

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Daisy Osakue, campionessa azzurra di origine nigeriana aggredita

Aggressione Osakue, cure al cortisone: l'atleta rischia di saltare gli Europei

La giovane campionessa nel lancio del disco, colpita a un occhio da un uovo, forse dovrà dire addio a Berlino per le norme antidoping

Daisy Osakue, campionessa azzurra di origine nigeriana aggredita

Aggressione a Osakue, la Procura di Torino indaga per lesioni senza aggravante razziale

L'atleta azzurra, di origini nigeriane, colpita al volto da un uovo lanciato da un'auto in corsa. Non si esclude nessuna ipotesi dato che si sono verificati altri casi simili e le vittime non erano di colore

Champions League, panico a Torino in piazza San Carlo: tifosi della Juve in fuga

Torino, spray in piazza San Carlo: arrestato quinto componente della banda

Nel 2017 durante la proiezione della finale di Champions tra Juve e Real Madrid, scatenarono il panico causando la morte di una donna e il ferimento di oltre 1500 persone

Conferenza stampa AC Milan - Ritiro estivo per la stagione 2018/2019

Torino, 43 indagati per riciclaggio: tra loro c'è anche Gattuso

Al centro dell'indagine una società specializzata nell'allevamento di suini di cui l'allenatore del Milan era socio di minoranza